Il Messina salva la faccia solo nel finale. Ionut espugna Rieti

ImmagineA quattro minuti dal novantesimo il Messina chiude la pratica Lupa Castelli Romani e porta a casa tre punti preziosi per chiudere anzitempo il discorso salvezza. A regalare la gioia ai giallorossi, in un match tutt’altro che scoppiettante, è  Ionut che trova l’acuto vincente all’86’ con un potente destro da fuori area. Non poteva auspicarsi un esordio migliore il terzino rumeno la cui invenzione ha tolto le castagne dal fuoco alla squadra di Lello Di Napoli.

Per il resto, c’è veramente poco da raccontare. Al “Centro d’Italia – Manlio Scopigno” di Rieti va in scena una partita noiosa e dai ritmi blandi. Il Messina, nonostante la netta superiorità tecnica, fatica a creare gioco e in molte occasioni sbatte contro il muro difensivo eretto fin da subito dai padroni di casa. Sono i peloritani a detenere il pallino del gioco, al 6′ ci prova l’ex di turno Scardina con una conclusione che Tassi respinge in corner. L’estremo difensore si ripete appena un minuto dopo, neutralizzando un tiro di Fornito. Al 18′ ancora avanti il Messina con un colpo di testa di Scardina sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, anche questa volta Tassi sventa la minaccia. Al primo verro affondo la Lupa si rende pericolosa, al 31′ Morbidelli sfonda in area resiste alla marcatura di De Vito e tenta di superare Berardi con un tocco morbido, l’estremo difensore ospite riesce però ad opporsi. Al 37′ il Messina sfiora il vantaggio: pasticcio difensivo di Acquaro e Di Bella, ne approfitta Giorgione che si invola sulla sinistra e lascia partire un diagonale che timbra l’incrocio dei pali.

Nella seconda frazione di gara calano vistosamente i ritmi. Al 67′ laziali vicini al vantaggio con un cross di Carta sul quale De Gol non trova la mira giusta e manda alto sopra la traversa. Il Messina prova ad organizzare una manovra offensiva efficace, ma non riesce a rendersi pericoloso. Quando ormai il pareggio stava per materializzarsi sale in cattedra Ionut. All’86’ la difesa di casa respinge un cross di Gustavo, il terzini rumeno lascia partire un bolide di prima intenzione dai venti metri che non lascia scampo a Tassi. Grande esultanza per i giallorossi che tirano un sospiro di sollievo ed evitano una figuraccia a pochi minuti dal fischio finale.

Con una vittoria maturata sui titoli di coda il Messina sale a quota 34 punti mettendo una seria ipoteca sul discorso salvezza.

Il tabellino

Lupa Castelli Romani – Messina 0-1

Marcatore: 86′ Ionut

Lupa Castelli Romani: Tassi, De Gol, Rosato, Di Bella, Aquaro, Carta; Maiorano, Prutsch (80′ Kosovan), Scicchitano (55′ Falasca); Morbidelli (67′ Mastropietro), Roberti. Allenatore: Mario Palazzi.

Messina: Berardi; Ionut, Martinelli, De Vito, Zanini; Giorgione, Baccolo, Fornito (65′  Barisic); Gustavo ( 93′ Barilaro); Tavares, Scardina ( 90′ G. Russo). Allenatore: Raffaele Di Napoli

Arbitro: Vittorio Di Gioia della sezione di Nola. Assistenti: Davide Argentieri della sezione di Viterbo e Stefano Cordeschi della sezione di Isernia

Ammoniti: Scardina, Ionut, Barisic (M), De Gol, Maiorano (L)

Recupero: 1′ pt, 4’st

(140)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *