messina picerno

Calcio. Rimandato lo scontro salvezza: il Messina pareggia 0-0 con la Vibonese

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Finisce a reti bianche lo scontro diretto tra Messina e Vibonese. Uno 0-0 insipido e con poche occasioni da entrambe le parti, ma che porta a quota 4 i punti guadagnati da Eziolino Capuano nelle sue due prime uscite ufficiali da quando è arrivato in riva allo Stretto.

Una partita asettica

Dopo la mancata convocazione di domenica scorsa, torna tra i disponibili Ante Vukusic, schierato dal primo minuto. Assenti ancora il lungodegente Matese e Milinkovic, stavolta escluso per scelta tecnica. Può rifiatare Celic, al suo posto Mikulic.

Il match è avaro di episodi. La prima occasione degna di nota arriva al 15′. È il Messina a svegliarsi quando Vukusic prende la mira dal limite e costringe l’estremo difensore calabrese a stendersi in calcio d’angolo, da cui deriva un’altra opportunità con Carillo che però non riesce a gonfiare la rete. Risponde la Vibonese con Sorrentino e Basso, ma solo tentativi velleitari.

Alla mezz’ora Carillo rischia di pagare caro un’incertezza, facendo piombare il pallone tra i piedi di Vergara che non è abbastanza veloce a tu per tu con Lewandowski e viene anticipato da un difensore giallorosso. Ultima chance del primo tempo al 41′ con Sorrentino di testa, fermato dal polacco del Messina.

Nella ripresa il Messina prova a cambiare approccio con un giro infinito di sostituzioni, ma non succede quasi nulla. Il primo, vero sussulto si registra verso la metà del secondo tempo. I padroni di casa lamentano un fallo di mano in area. Per il direttore di gara è tutto regolare. Capuano rimpiazza Russo, entrato da poco in campo, con Catania, spiegando poi nel post-partita che si è trattato di una scelta obbligata per le difficoltà riscontrate dal giocatore coi tacchetti.

Prima della segnalazione del recupero il tiro di Vukusic si spegne in tribuna, immagine di una gara poco divertente e che lascia l’impressione che a entrambe le squadre facesse comodo il risultato. Il finale allo stadio “Franco Scoglio” è un asettico 0-0 che tuttavia si avvicina a quanto fatto da Sullo nelle precedenti 8 giornate, bloccato a 5 punti per 4 gare consecutive.

La classifica del girone C di Serie C

Si ferma il Bari in testa alla classifica, fermato nel derby col Foggia, dove ha ottenuto solo un pareggio. Si avvicina il Catanzaro dopo il successo esterno sul campo del Latina, mentre la Turris perde contro il Campobasso.

Torna a vincere il Palermo, ora sesto con 16 punti, contro la Virtus Francavilla, scavalcata anche dal Taranto. Il Catania ci mette l’orgoglio nonostante la complessa situazione societaria e agguanta un prezioso pareggio con l’Avellino.

Terza sconfitta di fila per la Juve Stabia, prossima avversaria domenica prossima del Messina, ancora sedicesimo con 9 punti.

Tutti i dettagli di Messina-Vibonese

Messina 0-0 Vibonese

Messina: Lewandowski; Fazzi, Carillo, Mikulic; Morelli, Fofana (46′ Russo, 84′ Catania), Damian, Simonetti (59′ Konate), Sarzi Puttini (75′ Goncalves); Adorante (59′ Baldé), Vukusic. A disposizione: Fusco, Rondinella, Fantoni, Celic, Marginean, Distefano, Busatto. Allenatore: Capuano.

Vibonese: Mengoni; Risaliti, Vergara, Mahrous; Fomov, Basso, Gelonese, Mauceri (82′ Ngom); Tumbarello (75’ Cattaneo); Golfo (82′ Ciotti), Sorrentino (73′ Persano). A disposizione: Marson, Alvaro, Polidori, Grillo, La Ragione, Bellini, Cigagna, Leone. Allenatore: D’Agostino.

Arbitro: Di Graci. Assistenti Carpi Melchiorre e Camilli.

Note: Ammoniti Fazzi e Ciotti.

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.