Calcio- Il Città di Messina supera di misura l’Agropoli

CalcioDomenica da incorniciare per il Città di Messina, che batte di misura l’Agropoli, inanella il quinto risultato utile consecutivo, guadagna una posizione in classifica e rafforza ulteriormente il piazzamento in zona play-off. Il gol da tre punti porta la firma di Nicola Citro, abile a coronare con una bella girata un’azione insistita dei suoi al 43′ del primo tempo. Nella ripresa la formazione di Pasquale Rando amministra bene il vantaggio pur mancando in qualche occasione il colpo del ko. Gli ospiti restano in dieci al 25′ (espulso Ragosta per doppia ammonizione) mentre Viscuso si vede annullare la rete del raddoppio per una contestata segnalazione di fuorigioco.  Giovedì si torna in campo per l’impegnativa gara esterna contro il Ribera.

LA CRONACA – Due gli indisponibili in casa Città di Messina per il match interno con l’Agropoli: Rando deve rinunciare allo squalificato Cirilli e all’infortunato Bruno. Formazione confermata per dieci undicesimi rispetto a quella che domenica scorsa ha pareggiato sul campo del Noto: unica novità il rientro tra i titolari di D’Angelo al centro della difesa. Nel conseuto 4-3-3 trovano spazio Di Salvia in porta, Dombrovoschi, D’Angelo, Cammaroto e Viscuso in difesa, Cucè, Avola e Assenzio a centrocampo, Citro, Saraniti e Tiscione in attacco. Subito buon ritmo in avvio: Assenzio conquista una punizione dal limite dopo pochi secondi, Tiscione va alla battuta calciando alto di poco. L’Agropoli replica al 3′: cross di Ragosta da sinistra e incornata di D’Attilio con palla fuori non di molto. Gli ospiti ci riprovano al 5′ ma il sinistro dal limite di Ottonello è bloccato senza problemi da Di Salvia. Il Città di Messina cresce con il passare dei minuti e all’11′ costruisce una buona occasione dopo una bella azione corale: da Citro a Tiscione, palla a sinistra per Viscuso e cross dal fondo, a centro area Citro viene anticipato al momento della battuta a rete. Al 13′ punizione di Avola e colpo di testa ravvicinato di D’Angelo fermato, forse con un braccio, da un difensore ospite. Al 18′ angolo di Citro, Cammaroto anticipa tutti ma di testa manda il pallone di un soffio a lato. Al 22′ incursione di Tiscione sulla sinistra, dribbling sull’avversario e insidioso tiro-cross da posizione defilata respinto di piede dal portiere Capozzi. Molto meno ricca di azioni-gol la seconda parte della prima frazione: per diversi minuti, infatti, le due squadre non riescono a creare pericoli e, sebbene il Città di Messina amministri con maggiore frequenza il possesso del pallone, l’Agropoli si chiude bene e rischia poco. L’ultimo sussulto del primo tempo è, però, quello che porta al gol-partita: azione insistita da parte dei padroni di casa con Saraniti che difende bene il pallone in area avversaria, poi lo cede a Tiscione, cross da sinistra, dall’altra parte raccoglie Assenzio che di testa fa da sponda per Citro, la girata acrobatica del numero 11 è spettacolare e, soprattutto, incisiva e vale l’1-0. Anche l’attaccante salernitano, dopo Tiscione e Saraniti, va così in doppia cifra e  il suo decimo gol stagionale è ancora una volta splendido e si rivelerà pesantissimo. All’intervallo punteggio sull’1-0. Il primo tentativo della ripresa è dell’Agropoli: coraggiosa ed efficace l’uscita di Di Salvia su Ragosta all’8′. Il Città di Messina, dopo aver faticato in avvio di secondo tempo a trovare i varchi giusti in avanti, prova a scuotersi al 19′: Citro semina il panico sulla destra, arriva sul fondo e crossa basso, a centro area Saraniti e Tiscione non riescono a raccogliere l’invito del compagno e la difesa ospite si salva. Al 25′ episodio importante nell’economia del match: Ragosta entra duro su Citro a centrocampo e rimedia il secondo giallo in appena due minuti lasciando i suoi in inferiorità numerica. La formazione di casa prova ad approfittare subito del vantaggio numerico ma al 27′ il colpo di testa di Tiscione su corner di Citro termina di poco oltre la traversa. Al 35′ la squadra di Rando va vicina al gol dopo un’azione che vede per protagonisti tutti i componenti del tridente d’attacco: da Citro a Saraniti, tocco morbido per Tiscione e sinistro alto da posizione favorevole. Al 35′ primo cambio per il Città di Messina: Tiscione viene rimpiazzato da Bongiovanni. E proprio il nuovo entrato si mette subito in mostra: bella accelerazione e preciso assist per Viscuso, il terzino si inserisce bene e batte Capozzi con un tocco morbido ma il gol viene annullato per una dubbia posizione di fuorigioco. Al 39′ dentro anche Cappello, che rimpiazza Citro e sfiora il gol pochissimi secondi dopo il suo ingresso mandando alto di testa il pallone calciato dalla bandierina da Avola. L’Agropoli, nonostante l’inferiorità numerica, ci prova con generosità nel finale ma non va oltre un tiro debole di Formidabile bloccato da Di Salvia al 42′. Sul ribaltamento di fronte volata di Bongiovanni e palla per Saraniti, anticipato in extremis dal portiere. Nel recupero ancora chance in contropiede per il raddoppio: al 46′ è Assenzio a calciare alto da distanza ravvicinata, al 47′ decisivo il recupero del difensore Parisi su Bongiovanni. E’ 1-0 il punteggio finale. Per il Città di Messina si tratta del quinto risultato utile consecutivo (quattro vittorie ed un pareggio), importantissimo anche per gli sviluppi in classifica: la squadra del presidente Conti Nibali è infatti ora terza in classifica con 48 punti e ben 7 di vantaggio da amministrare sulla sesta per mantenere il piazzamento in zona play-off. Giovedì, intanto, si torna in campo per il 29° turno di campionato: Assenzio e compagni saranno di scena al “Nino Novara” di Ribera.

Serie D, Girone I – 28ª giornata
Stadio “Giovanni Celeste” di Messina, domenica 24 marzo 2013

Città di Messina – Agropoli 1-0

Marcatore: 43′ pt Citro.

Città di Messina: Di Salvia, Dombrovoschi, Viscuso, Cucè, D’Angelo, Cammaroto, Avola, Assenzio, Saraniti, Tiscione (35′ st Bongiovanni), Citro (39′ st Cappello). In panchina: Mannino, Munafò, Bombara, Giardina, Bonamonte, Bongiovanni. Allenatore: Pasquale Rando.

Agropoli: Capozzi, Altobello, Montano (35′ st Formidabile), Ottonello (43′ st Landolfi), Ruggieri, Parisi, D’Attilio (19′ st Santaniello), Giraldi, Margiotta, Ragosta, Sosero. In panchina: Vaccaro, Mascolo, Vitolo, Cascone. Allenatore: Franco Dellisanti.

Arbitro: Manuel Giuliani della sezione di Teramo.
Assistenti: Sergio Balzarini della sezione di Enna e Marco Sciortino della sezione di Agrigento.

Ammoniti: 17′ pt Margiotta (A), 22′ pt Giraldi (A), 7′ st Dombrovoschi (CdM), 10′ st Parisi (A), 23′ st Ragosta (A).
Espulsi: 25′ st Ragosta (A).

Recupero: 3′ pt, 4′ st.

 

(40)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *