Calcio- ACR Messina, grande attesa per il match con il Cosenza

Pubblicato il alle

2' min di lettura

CalcioLa parola al capitano. Lui, che lo aveva già detto in estate nel giorno della sua presentazione:”Prima di smettere di giocare devo riportare il Messina nei professionisti”.
E, adesso, che manca davvero poco al salto in Lega Pro Re Giorgio Corona ha le idee ancora più chiare: “Il Messina non deve temere il Cosenza, perché sappiamo che possiamo e dobbiamo batterlo – ha detto -. Credo che in tutto l’arco del campionato abbiamo dimostrato di avere più continuità di rendimento, soprattutto in casa. L’importante è arrivare al giorno della partita con la carica giusta, in modo da avere il giusto approccio. Di sicuro, grazie al nostro pubblico, che si preannuncia numeroso, avremo un’arma in più. Abbiamo l’occasione di far ritornare il Messina nel calcio che conta, regalando una grande gioia ai nostri tifosi”. Messina a valanga nella consueta partitella del giovedì, disputata contro una formazione delle giovanili, composta da Allievi e Juniores. Nove le reti messe a segno, con la tripletta di Chiaria, le doppiette di Guerriera e Savanarola e le marcature di Corona e Cocuzza. Da segnalare il gol della bandiera per i ragazzi di mister Peppe Spada, siglato dal giovane Campanella. Come di consueto, mister Catalano ha scelto di invertire i portieri, mettendo prima Lagomarsini e poi Cuda a difesa della retroguardia della formazione giovanile. Tra i pali della prima squadra invece, si sono avvicendati oltre a Mangini, anche Messina e Marco Spada, quest’ultimo figlio dello stesso allenatore della Juniores. Un Messina pimpante e particolarmente ispirato nell’ultimo test prima della sfida che vale una stagione, in programma domenica al ”San Filippo” contro il Cosenza.

 

(51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.