Sicilia, Roberto Lagalla firma le dimissioni: non è più assessore all’Istruzione

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Adesso è ufficiale: Roberto Lagalla ha firmato le dimissioni da assessore all’Istruzione della Regione Siciliana. L’ex membro della giunta Musumeci aveva annunciato l’addio a metà marzo, quando ha formalizzato la sua candidatura a sindaco di Palermo alle prossime elezioni amministrative in programma tra un mese.

Lagalla si presenterà nel capoluogo siciliano con il sostegno dell’UdC: «Con Forza Italia i rapporti sono buoni – aveva detto alcune settimane fa – ma vedo che non si giunge a una sintesi e vedo che ognuno occupa una casella attendendo chissà che cosa. Credo che occorra fare un passo più avanti. Ritengo abbastanza naturale che possa esserci una lista dell’Udc a sostegno della mia candidatura, ma non è il fine né l’oggetto di questa candidatura. Ho atteso fino a quando il ritardo è diventato intollerabile rispetto alla problematiche per Palermo e nel momento in cui lo faccio senza il supporto pieno e diretto di un partito recupero una funzione civica che nessuno può negare».

La delega all’istruzione finisce così nelle mani del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che dovrà trovare un sostituto. Le dimissioni diventeranno effettive a partire da domani, giovedì 31 marzo.

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.