Professioni sanitarie, eletti i nuovi componenti del Consiglio dell’Ordine di Messina: ecco chi sono

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Rinnovati gli organi dell’Ordine dei TSRM-PSTRP di Messina. A trionfare “Uniti si vince” che ha ottenuto 287 preferenze, staccando di un centinaio di voti la lista concorrente “La svolta”. 

Si sono concluse lo scorso 30 ottobre le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e del Collegio dei revisori dei conti dell’Ordine dei TSRM-PSTRP di Messina che sarà in carica fino al 2027. A votare sono stati 484 professionisti sanitari appartenenti ai 18 albi professionali afferenti all’Ordine che hanno accordato 287 preferenze alla lista “Uniti si vince”, mentre 182 voti sono andati alla lista “La svolta”.

Gli eletti nel Consiglio Direttivo sono: Giuseppe Morabito, Giovanni Certo, Fabrizio Tuccio, Erminio Fazio, Eliseo Maini, Nunzio Muscarà, Romina Raffa, Erminia Iannello, Patrizia Giuseppina Longo, Flavina Stefania Cucinotta, Ilaria Ulfo, Manuela Salvo e Filippo Noto. Il Collegio dei revisori sarà invece composto da Carmela Azielli, Fabio Molino e Domenica Urzì (supplente).

Ai sensi dell’art. 6 punto 5 del D.M. 15 marzo 2018, gli eletti saranno convocati dai consiglieri più anziani, il presidente uscente Giuseppe Morabito per il Consiglio Direttivo e la dottoressa Carmen Azielli per il Collegio dei revisori dei conti, per procedere alla designazione delle cariche istituzionali.

«A nome dei candidati eletti della lista “Uniti si vince” – ha detto Morabito – ringrazio tutti i colleghi per la fiducia e per i tanti segnali concreti di vicinanza avuti in questi tre giorni di votazioni. A tutti loro va il più sincero ringraziamento per la condivisione del nostro programma che ci permetterà, nei prossimi quattro anni, di proseguire con successo tutte le attività, già avviate durante la precedente consiliatura, a tutela dei cittadini e dei Professionisti ai quali l’Ordine dà voce».

(36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.