Messina: premio internazionale agli infermieri di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Papardo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Gli infermieri dell’ospedale Papardo di Messina hanno ricevuto il premio del 49° Congresso Europeo “EDTNA/ERCA International Conference” che si è tenuto a Lubiana, in Slovenia dal 4 al 7 settembre. I due infermieri, Caterina Ragno e Carmelo Saterno, fanno parte dell’ Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Papardo di Messina.

«Siamo molto fieri del lavoro svolto dagli infermieri e da tutto il personale sanitario del reparto di Nefrologia e Dialisi della nostra azienda ospedaliera – ha detto il Direttore Generale Dr. Mario Paino – e al prestigioso riconoscimento scientifico internazionale conseguito a seguito del Congresso Europeo dedicato al tema. Il lavoro professionale, la dedizione e le competenze sono l’ossatura del nostro ospedale e della nostra missione per i pazienti».

Premio agli infermieri dell’Ospedale Papardo

In particolare l’infermiera Caterina Ragno, in una presentazione orale dal Titolo “Nursingì management of hemodialyzed covid-19 positive patients: an Italian single center experience”, ha illustrato l’organizzazione attuata da parte della Unità  di Nefrologia e Dialisi durante la pandemia Covid, evidenziando le misure impiegate in termini di prevenzione e trattamenti dialitici personalizzati, con ottimi risultati in termini di abbattimento del rischio di contagio sia per i pazienti emodializzati cronici sia per gli operatori sanitari.

Inoltre l’infermiera Ragno, in una seconda comunicazione orale dal titolo “From bicarbonate hemodialysis to acetate free biofiltration: nursing perspectives in hypotension prone patients”, ha presentato i risultati di un percorso di ricerca della durata di un anno che ha coinvolto i pazienti emodializzati cronici con problematiche cardiovascolari e pressorie.

Infine l’infermiere Carmelo Saterno ha presentato un poster dal titolo “Catheter-related infection in acute and chronic haemodialyzed patients: a 4-years prospective study” trattando i risultati di un progetto di ricerca della durata di quattro anni che ha determinato la riduzione dell’incidenza di infezioni catetere-correlate in una coorte di paziente emodializzati.
Tale lavoro ha ricevuto il premio come terzo miglior Poster del Congresso. I temi presentati al congresso sono in fase di sottomissione per pubblicazione su rivista scientifica internazionale indicizzata.

 

 

(203)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.