Zona Falcata e Tremestieri: l’Autorità portuale ripulisce 12mila metri quadri di aree demaniali

ImmagineSono in corso di completamento le operazioni di bonifica e pulizia di alcune aree della Zona Falcata e  a ridosso del porto di Tremestieri. Ad annunciarlo è l’Autorità portuale in comunicato stampa.

Dopo una prima mappatura dei manufatti abusivi e la caratterizzazione dei rifiuti abbandonati in circa 12 mila metri quadri di aree demaniali marittime, gli uffici dell’Autorità hanno dato incarico alla ditta  Battiato di Catania per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti stessi e per la demolizione dei manufatti e dei muri perimetrali. Questi ultimi saranno sostituiti con una recinzione a vista che consentirà di poter apprezzare parti della Real Cittadella liberate da abusi e degrado inaccettabili. L’ultima fase dei lavori, iniziata il 18 luglio, sarà completata nei prossimi 10 giorni.

“Ancora una volta – si legge nel comunicato –  l’Ente del Presidente De Simone interviene con determinazione a salvaguardia del territorio mirando anche alla prevenzione di ulteriori illeciti ambientali perpetrati con l’abbandono incontrollato di rifiuti anche di natura pericolosa, come amianto pneumatici e scarti di lavorazioni industriali. Tutto ciò in attesa di una definitiva e armoniosa azione di riqualificazione di questa porzione pregiata del waterfront messinese prevista nel piano regolatore portuale e nel Patto della Falce”.

 

(179)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *