Hotspot a Bisconte, Cucè: “Scelta insensata. A rischio ordine pubblico”

Lino CuceCon una nota stampa il consigliere della III Circoscrizione interviene sulla possibile realizzazione dell’hotspot a Messina, stabilito dalle ultime direttive del Viminale. In città giungerebbero fino a 2800 migranti che verrebbero ospitati a Bisconte. Tale scelta, secondo Cucè, comporterebbe gravi problemi di ordine pubblico. “Mi rivolgo al ministro Alfano al quale chiedo di rivedere la propria posizione. Cosa succederà nel momento in cui migliaia di stranieri si ritroveranno nella nostra povera e martoriata città? Scelte del genere andrebbero condivise con le amministrazioni regionali e comunali, invece sono calate dall’alto”.

“L’ubicazione della caserma Gasparro – continua Cucè – è inadeguata rispetto alle logiche di scelta di un hotspot. Un’alta densità abitativa contraddistingue la zona e ancora dopo cento anni le baracche sono ben presenti. Ci troviamo nelle vicinanze del centro cittadino dove ogni giorno sbarcano migliaia di turisti. La scelta di realizzare un centro con 2500 immigrati  a Camaro è cervellotica, insensata e fuori da ogni logica. Invito tutte le forze politiche, sindacali, universitarie, civili della città ad intervenire per non ritrovarci in una città ancor più degradata”.

(422)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *