alessandro tinaglia 2

Dopo i due anni di Accorinti #messinasiracconta: l’iniziativa “fotografica” di Reset

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dopo i festeggiamenti, i commenti, i plausi e le polemiche per il secondo anniversario dell’Amministrazione Accorinti, arriva un’iniziativa particolare, iniziativa di cui si è fatto promotore il Movimento Reset.

In coincidenza con i due anni di amministrazione Accorinti Reset ha, infatti, voluto dare la parola ai messinesi, pensando di far fare a loro un bilancio di ciò che è oggi la città di Messina.

“Abbiamo pensato – scrive Alessandro Tinaglia, rappresentante di Reset- che il nostro giudizio potesse essere influenzato dall’agone politico. Per tale ragione abbiamo chiesto ai nostri concittadini di usare uno strumento di valutazione che, nel bene e nel male, potesse risultare il più oggettivo possibile: la fotografia”.

“Saranno dunque i messinesi, che ci hanno invato il loro punto di vista sulla nostra citta’ in questi due mesi dal lancio dell’iniziativa #messinasiracconta – spiega Tinaglia -, a raccontare in prima persona cosa pensano e come vedono Messina”.

L’appuntamento è dunque per sabato 27 Giugno alle 10 al Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.
All’incontro sono stati invitati a partecipare il Sindaco, il Consiglio Comunale e i rappresentanti delle sei Cirocoscrizioni.

“Visto l’incredibile successo dell’iniziativa – racconta Tinaglia -, la quantità e la qualità delle foto arrivate #messinasiracconta diverrà un appuntamento semestrale fisso. Dopo l’incontro di sabato 27 giugno sarà, quindi, possibile inviare ancora le foto della città che verrano presentate prima di fine anno nel periodo Natalizio”.

“Ne approfittiamo, infine – conclude il rappresentante di Reset -, per ringraziare i messinesi che hanno partecipato e quelli che parteciperanno all’iniziativa perchè ci hanno consentito di vedere la Città da tantissime angolazioni e punti di vista, cosa che per chi fa politica è fondamentale poiché gli consente di comprendere che la stessa identica cosa può essere vista con occhi diversi. Ciò che però è comune a tutte le foto è l’amore dei Messinesi per la propria città”.

(355)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.