Continua la “pareggite” del Messina: 1-1 con il Fondi

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Appuntamento con la vittoria ancora una volta rimandato per il Messina, che al “Franco Scoglio” non va oltre l’1-1 con il Fondi.
Tutto nella ripresa, con i siciliani avanti al 73′ con Capua prima del pareggio di Albadoro al 78′, con il Messina in dieci per via del rosso diretto inflitto a Rea al 50′. All’85’ ristabilita la parità numerica per via del fallo da rosso di De Martino all’85’.
Lucarelli conferma il 4-3-3 d’ordinanza, a destra c’è Palumbo con De Vito a sinistra e Rea e Bruno centrali. Musacci non ha recuperato, quindi il ruolo di playmaker tocca a Ricozzi con Foresta e Grifoni nell’inedito ruolo d’interno di centrocampo. In avanti Ferri vince il ballottaggio con Madonia, con Milinkovic e Pozzebon a guidare l’attacco.

Gli ospiti si fanno vedere già al 5′ con una punizione di Tiscione che termina di poco a lato. Al 13′ si fa vedere il Messina con Ferri, che calcia dal limite senza riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. Al 23′ siciliani vicinissimi al vantaggio, grazie al corner di Ferri dalla sinistra, svetta Pozzebon sul primo palo ma Baiocco è reattivo, poi Milinkovic prova a ribadire in porta ma manda alto da ottima posizione.

Il primo tempo del “Franco Scoglio” è tutto qui, Messina e Fondi danno vita ad un match noioso, tattico e giocato sotto ritmo da due squadre che sembrano avere le polveri bagnate. Milinkovic sull’esterno non riesce mai a saltare l’uomo, Ricozzi non riesce a dare la giusta qualità al centrocampo mentre a mancare è anche la precisione nell’ultimo passaggio.

Negli ospiti l’unico a tentare la conclusione è stato Tiscione, ma per il resto la squadra di Pochesci non ha quasi mai impensierito Berardi. Al 47′ il Messina va subito vicino al vantaggio, traversone di Milinkovic dalla destra per Pozzebon, che da ottima posizione colpisce di testa mandando sul fondo. Al 50′ però l’occasione che potrebbe cambiare il match, con Rea che dentro l’area trattiene Calderini dopo un lancio in verticale, con il direttore di gara che indica il dischetto sventolando direttamente il cartellino rosso all’indirizzo del difensore peloritano.

Decisione rivedibile da parte del fischietto torinese, soprattutto per quanto riguarda il provvedimento all’indirizzo del difensore siciliano. Dal dischetto si presenta Tiscione, che però manda clamorosamente a lato con Berardi che giustamente si era tuffato sulla sua destra, così il risultato rimane ancora sullo 0-0. Il Messina però in inferiorità numerica riesce a rendersi pericoloso al minuto 61′, con Foresta che mette dentro una punizione dalla destra con Milinkovic che colpisce di testa ma Baiocco alza in corner. Al 68′ laziali vicinissimi al gol, con Bombagi che calcia dal limite colpendo in pieno il palo. Il Messina trova gli spazi giusti in contropiede, con Grifoni che serve l’accorrente De Vito che calcia dalla sinistra sul primo palo, ma Biaocco risponde ancora presente. E’ il preludio al gol dei siciliani che arriva al minuto 73′, con Foresta che che in contropiede apparecchia la tavola per l’accorrente Capua, che da posizione centrale calcia sul primo palo trafiggendo Baiocco. La gioia del “Franco Scoglio” dura però pochi minuti, al 79′ clamoroso svarione della retroguardia siciliana che consente a Calderini di calciare da posizione defilata, Berardi è superlativo ma la sfera resta davanti la linea di porta dove c’è pronto Albadoro che ribadisce in rete.

Il Fondi ci prova, ma alla squadra di Pochesci sembra mancare un pò di brillantezza. All’85’ viene ristabilita anche la parità numerica in campo, con De Martino che abbatte in mezzo al campo Foresta in mezzo al campo: per il direttore di gara è rosso diretto. Quinto pareggio consecutivo per il Messina,che dunque ottiene un altro risultato utile consecutivo senza però centrare quella vittoria che manca da un mese e mezzo.

I giallorossi non si sono disuniti ed hanno colpito nel loro miglior momento, venendo puniti dall’ennesima amnesia difensiva della stagione. La zona playout adesso è una certezza e la gara di Melfi può già essere decisiva.

Tabellino
Messina-Fondi 1-1

Marcatori; 73′ Capua, 78′ Albadoro

Messina
Berardi, De Vito, Ricozzi (66′ Capua), Ferri (56′ Maccarrone), Pozzebon, Milinkovic, Palumbo, Bruno, Foresta, Rea, Grifoni (80′ Saitta)

A disposizione: Russo, Mileto, Marseglia, Rafati, Befatta, Madonia, Gaetano, Akrapovic, Bramati,

All. C. Lucarelli

Fondi
Baiocco, Squillace, Bombagi, Signorini, Tiscione, Varone (55′ D’Agostino), Calderini (85′ D’Angelo), Iadaresta (56′ Albadoro), Galasso, De Martino, Fissore

A disposizione: Coletta, Di Sabatino, Bertolo, Guadalupi, Capuano, Addessi, Pompei

All. A. Pochesci

Arbitro: Sig. Davide Miele di Torino

Guardalinee : M. Nocenti di Padova; A. Zanetti di Portogruaro

Ammoniti: Tiscione, Foresta, Fissore, Ricozzi

Espulso: 50′ Rea, 85′ De Martino

(60)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.