ialacqua

Il Consiglio boccia la consulta per l’Ambiente e Ialacqua si sfoga

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nella seduta di ieri, durante la quale è stato comunicato il passaggio del consigliere Paolo David da Grande Sud a Forza Italia, l’Aula ha detto no alla consulta per l’ambiente fortemente voluta dall’assessore Daniele Ialacqua. Stessa sorte era toccata lo scorso settembre alla consulta per gli Animali. E’ lo stesso componente della giunta Accorinti a stigmatizzare la scelta del civico consesso attraverso un comunicato stampa.

Il consiglio comunale ha bocciato come previsto la proposta di delibera istitutiva della “pericolosa” consulta ambientale e per la qualita’ della vita, che aveva lo scopo, pensate che assurdita’, di coinvolgere le associazioni nell’attivita’ comunale. La consulta e’ uno strumento previsto da tempo dallo Statuto comunale insieme a tanti altri strumenti di partecipazione e che per mancanza di regolamenti non sono mai stati attuati e continuano a non esserlo per precisa scelta di chi non vuole essere “disturbato” dai cittadini. Deliberato in giunta comunale nell’aprile 2014 su proposta dell’Assessorato Ambiente, il regolamento per la consulta ambientale era passato per il parere da tutti i consigli di quartiere, dalla commissione consiliare regolamenti, dal dipartimento ambiente e sanità per rispondere anche agli emendamenti presentati dai consiglieri, infine approdato in consiglio comunale dove, in un clima di totale indifferenza, dopo avere ritirato gli emendamenti presentati, 17 consiglieri hanno votato NO, 3 SI (Risitano, Fenech, Sturniolo) ed 1 astenuto. Riunioni, pareri, discussioni, in una arco di tempo di due anni, vanificati per una ripicca politica contro l’Amministrazione comunale ed il sottoscritto. Piuttosto che un “danno erariale” per il tempo “impegnato”, una danno alla democrazia, un voto contro le associazioni ambientaliste, contro i cittadini, contro la città. Dopo la bocciatura della consulta animalista, quindi, la bocciatura della consulta ambientale … ad maiora!

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.