Weekend da bollino rosso per le autostrade siciliane: le regole per viaggiare sicuri

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Weekend da bollino rosso per le Autostrade Siciliane. L’elevato transito di mezzi previsto sull’Isola ha convinto le autorità a segnare il massimo grado di allerta per il traffico, a partire dal pomeriggio di venerdì 30 luglio 2021. I tratti dove dovrebbero registrarsi lunghe code nelle ore di punta riguarderebbero la A18 Messina-Catania e la A20 Messina-Palermo, dove si potrebbero formare lunghi incolonnamenti nell’ipotesi di incidenti stradali.

Per evitare situazioni spiacevoli, Autostrade Siciliane ricorda agli automobilisti di seguire, anche col bollino rosso, alcune buone pratiche alla guida per viaggiare in totale sicurezza. Prima di tutto, è indispensabile mantenersi a velocità adatte, il che non significa solo rispettare i limiti, ma anche prestare attenzione allo stato della strada, alle condizioni meteorologiche, alla circolazione stradale e alla visibilità. Per esempio, una velocità di 130 km all’ora sull’autostrada quando il fondo stradale è scivoloso rappresenta una velocità inadeguata tale da procurare incidenti, seppure non superi i limiti imposti. Inoltre è necessario rispettare le segnaletiche che possono talvolta indicare ulteriori limiti di velocità per tratti stradali specifici.

Una norma da non dimenticare è quella che riguarda la guida in stato di ebbrezza. È infatti vietato superare il tasso alcolico di 0,5 gr/lt di sangue. Gli effetti dell’alcol alla guida sono ben noti: riduce l’attenzione e i riflessi, stimola l’euforia, rende più temeraria la guida e crea la falsa percezione delle distanze e della velocità. Si stima che il 50% degli incidenti sia causato o significativamente favorito dall’assunzione di alcolici e che il 30-50% dei morti a causa di incidenti stradali sia attribuibile all’uso di alcol.

La normativa punisce chi guida in stato di ebbrezza con pene che variano da 500 a 6.000 euro (aumentate di un terzo se commesse tra le 22 e le 7 del mattino e del 50% se il conducente ha meno di 21 anni o è patentato da meno di 3 anni), la sospensione della patente da 3 mesi a 2 anni, la confisca del veicolo in alcuni casi e. In caso di incidente con feriti o morti, le relative pene sono significativamente aumentate (da un minimo di 6 mesi a un massimo di 18 anni).

È severamente vietato utilizzare il telefono alla guida. Sono diverse le campagne istituzionali di sensibilizzazione e informative che sono comparse sulle principali reti televisive nazionali negli ultimi anni. Anche una sola occhiata al cellulare tolta alla strada può essere fatale. Controllare un messaggio sullo schermo comporta circa quattro secondi di distrazione che, guidando a una velocità di 50 chilometri orari, corrispondono ad un percorso di 56 metri (quanto due campi da basket). Le distrazioni da smartphone sono una delle principali cause di incidenti stradali in Italia.

Autostrade Siciliane ha inoltre annunciato di aver iniziato a rimuovere la maggior parte dei cantieri, ad eccezione degli amovibili, incrementando il numero di squadre di soccorso presenti sul territorio. Sono più di 200 le gare di appalto di lavori e servizi in corso, per un investimento di circa 350 milioni di euro.

AS raccomanda infine di programmare le cosiddette partenze intelligenti, consigliando agli automobilisti di mettersi in viaggio la mattina presto o la sera tardi, possibilmente non nei weekend. Per informazioni aggiornate in tempo reale sul traffico si possono consultare i canali del Centro di Coordinamento delle Informazioni sulla Sicurezza Stradale (C.C.I.S.S.), telefonando al numero gratuito 1518, accedendo al portale web www.cciss.it, scaricando l’applicazione per mobile, connettendosi alle trasmissioni di Isoradio oppure attraverso i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio Rai e sul Televideo RAI.

(129)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.