precari

Precari comunali: Le Donne propone una bozza di contratto. Cgil insoddisfatta

Pubblicato il alle

1' min di lettura

precariNegli scorsi giorni – afferma la segretaria generale della FP CGIL, Clara Crocè – è stata inoltrata alle Rsu, dagli Uffici di Palazzo Zanca, una bozza di contratto, non condivisa da questa sigla sindacale, che prevede una stabilizzazione ad 11 ore settimanali per le categorie C e D”. Nello specifico, per il 2016 è prevista la messa a concorso di 3 posti di categoria D3; 16 posti di categoria D1; 99 posti di categoria C. Per il 2018, invece 3 posti di categoria D3 e 7 posti di categoria D1.

Il disaccordo della FP CGIL è dovuto al fatto che “a questo bando di concorso possono partecipare tutti i precari, sia della provincia regionale, sia di tutti gli altri comuni, con la conseguenza che non si prevede alcune salvaguardia per i precari del Comune di Messina”.

Alla luce di ciò, la Funzione pubblica della CGIL chiede immediatamente un incontro al Direttore generale e al Sindaco, per chiarire i contorni della vicenda: “Non consentiremo – conclude la Crocé – di affamare ulteriormente i comune i lavoratori del Comune di Messina, vogliamo chiarezza sulle risorse e sulle capacità assunzionali”.

(146)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.