Terminal Tremestieri. Sospeso lo sciopero ad oltranza previsto per domani

tremestieri approdoSciopero sospeso prima di cominciare. Questa la decisione di Fast Confsal e Ugl che, un una nota indirizzata a tutti gli enti coinvolti, annunciano la sospensione dello sciopero ad oltranza che era in programma per domani 12 maggio, a partire dalle 12.00.

In un comunicato, a firma del segretario regionale portuali Fast Confsal, Nino Di Mento, e del responsabile sindacale Ugl, Guglielmo Pellegrino, i sindacalisti ripercorrono le motivazioni della protesta e spiegano quali sono le motivazioni della sospensione della serrata prevista.

«I sindacati – scrivono Di Mento e Pellegrino – hanno insistito nel mantenere aperta la porta del dialogo con tutti i soggetti interessati».

Si riferiscono, i sindacalisti, agli esponenti dell’Amministrazione e della Prefettura, con cui hanno avuto un incontro. Confortanti anche, proprio in questi ultimi giorni, le rassicurazioni dell’Autorità Portuale di Messina, che ha comunicato che, scrivono nella nota, «nell’immediato sarà dato corso al definitivo espletamento delle procedure di gara per l’assegnazione della concessione dei servizi di logistica dell’approdo del Porto di Tremestieri».

Sono garanzie “informali” quelle ricevute dal Comune e dagli altri enti, ma, scrivono, «tali elementi di apertura ed incoraggiamento, pur lasciando immutata, specie in forza del perdurante silenzio delle società Terminal Tremestieri, Caronte&Tourist, Blueferries e Meridiano Lines, la preoccupazione dei lavoratori in merito al loro futuro lavorativo ed alle connesse garanzie, inducono a ritenere utile procedere alla temporanea sospensione dello sciopero così come già ufficialmente proclamato».

Una fiducia “a tempo determinato” quindi, fino a quando le promesse si muteranno in realtà.

Sottolineano che la scelta è stata «assunta in via del tutto discrezionale dalle organizzazioni sindacali a dimostrazione del senso di responsabilità e prudenza che le contraddistinguono da sempre nelle loro legittime azioni di protesta e tutela», e che tale scelta «deve intendersi quale gesto di apertura in vista dei prossimi sviluppi in merito alla citata gara di aggiudicazione così come garantiti in tempi brevissimi dall’Autorità Portuale di Messina, nonché di una eventuale, quanto auspicata indicazione di intenti e prospettive da parte della Terminal Tremestieri srl e delle altre società del gruppo».

(179)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *