Ospedale Piemonte, Fsi: “Le proteste non bastano”

Ospedale Piemonte“Lottare per il pronto soccorso dell’ospedale Piemonte è lecito ma non si può essere scollati dalla realtà. Il suo potenziamento implica l’integrazione di nuove leggi e nuovi finanziamenti che non si concretizzeranno all’improvviso con l’organizzazione di nuove proteste, seppur corrette e piene d’entusiasmo popolare”. Interviene così Giovanni Micali,  segretario territoriale Fsi, sulla lunga vicenda riguardante il mantenimento del pronto soccorso all’interno del Piemonte, sul quale la Regione si è pronunciata positivamente nei giorni scorsi. La Federazione Sindacati Indipendenti vigila sull’imminente fusione Irccs Neurolesi – Piemonte e pone l’accento sulla questione legislativa. Il pronto soccorso dell’ospedale Piemonte – spiega Micali –  non riuscirà più ad essere una struttura assistenziale valida del territorio, senza l’aiuto di nuove leggi e nuovi finanziamenti. A chi si chiede perché Catania abbia ancora tanti ospedali, rispondiamo che in quella città la politica non ha fallito e ha saputo accaparrarsi il benestare della Regione”.

“La fusione Irccs Neurolesi-Piemonte non è la risoluzione del problema per il ritorno delle specialistiche in grado di salvare vite umane – secondo Micali – ma è, senz’altro, una conversione utile per conquistare un’eccellenza nel contesto urbano. Alcuni movimenti e personalità pro-Piemonte non hanno voluto ancora fare i conti con il Patto della Salute ministeriale che impone i famosi tagli ai doppioni, in base al numero del bacino d’utenza”.

Intanto, la Segreteria Regionale Fsi Sicilia avrà un ruolo sempre più partecipativo, avendo eletto lo scorso 15 maggio, ad Acireale (Catania), all’Hotel Centro Congressi Orizzonte, il Coordinatore regionale Giuseppe Alicata. Il risultato è stato raggiunto alla presenza degli esponenti nazionali come Raimondo Leotta, già Segretario Amministrativo dell’apparato nazionale e coordinatore regionale ad interim uscente e di tutti i componenti delle varie province siciliane, inclusi appunto 10 segretari di Messina. Il neo responsabile della Fsi Sicilia Alicata è originario della provincia di Siracusa ed esercita, da parecchi anni, nel campo della pubblica amministrazione e sanità, in qualità di impiegato dell’Asp di Siracusa.

 

 

 

(176)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *