Crocetta, oggi a Messina, atteso da studenti e lavoratori in protesta

crocetta che pensaAd accogliere Crocetta, oggi a Messina, uno ‘squadrone’ di studenti e lavoratori, accompagnati dalle loro famiglie. Una protesta che si svolgerò davanti la sede del Rettorato, dove il presidente della Regione è atteso per discutere di zona falcata. Lì si sono dati appuntamento i lavoratori del servizio trasporto disabili della ex Provincia regionale e i dipendenti della Camera di Commercio.

“Siamo obbligati a manifestare e protestare” – precisa il segretario provinciale della Cisl Funzione Pubblica, Saro Contestabile. “Il Governatore Crocetta – continua – non ha saputo dare un assetto e una continuità ai servizi delle ex province regionali, in particolare al trasporto disabili. Si tratta, infatti, di un servizio essenziale e obbligatorio rivolto a fasce deboli, per il quale sono state negate con superficialità le risorse necessarie mettendo a serio rischio e addirittura paralizzando un servizio così importante e strategico, inibendo agli studenti disabili di poter frequentare le lezioni nelle Scuole superiori”.

La Cisl Funzione Pubblica ritiene che il presidente Crocetta debba dare “priorità ai servizi essenziali e obbligatori, dando la giusta copertura ed evitando sperpero di risorse per fini che certamente non sono conducenti a dare risposte concrete alla collettività. Crocetta non può pensare di mandare allo sbaraglio allievi e famiglie e far perdere il posto di lavoro agli oltre 100 operatori”.

Alla protesta, che secondo programma monterà questa mattina in occasione della visita del Governatore, si aggiunge quella dei lavoratori della Camera di Commercio che sono stati lasciati nel limbo e nell’abbandono più totale.

“Sulla Camera di Commercio – dichiara il responsabile del Coordinamento Cisl Fp, Biagio Morabito – bisogna dare piena attuazione alla procedura di accorpamento ed eliminare l’atipicità e l’illegittimità del carico pensionistico e nel contempo garantire effettivamente i livelli di occupazione nell’Ente camerale in tutte le sue componenti”.

“Purtroppo, ormai è un fatto consolidato” – conclude il segretario generale della Cisl Fp Calogero Emanuele – dove c’è sfascio e disastro, c’è Crocetta”.

(113)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *