Filarmonica Laudamo. Domenica 16 maggio Francesco Libetta e l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Corelli

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Prosegue la 100ª stagione concertistica della Filarmonica Laudamo con un nuovo concerto: Francesco Libetta e l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Corelli diretta da Bruno Cinquegrani.

In attesa della zona gialla per la Sicilia, anche questo concerto sarà esclusivamente on-line. La registrazione del concerto, avverrà la mattina di domenica 16 maggio, al Teatro Vittorio Emanuele, ed il video sarà disponibile sul canale YouTube della Filarmonica Laudamo dalle ore 21 di lunedì 17 maggio.

Per questa ulteriore grande sinergia fra la Filarmonica Laudamo, il Conservatorio A. Corelli e l’E.A.R. Teatro di Messina, ancora una volta un solista di valore assoluto, come il grande pianista Francesco Libetta, incontra l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio diretta da Bruno Cinquegrani, bacchetta di prestigio internazionale.

In programma l’Ouverture di “Bastiano e Bastiana” KV50, ed il Concerto il La magg. KV 488 entrambi di W.A Mozart, ed il celebre “L’apprendista stregone” di Paul Dukas.

BRUNO CINQUEGRANI direttore.

Ha studiato pianoforte e composizione a Napoli e direzione d’orchestra a Mannheim, perfezionandosi negli USA. Già direttore associato della Los Angeles Opera e dell’Orchestra Sinfonica della Crimea, collabora con l’Orchestra Nazionale della Polonia, i Belgrade Philharmonic e l’Orchestra Nazionale Ucraina. Ha esordito operisticamente al San Carlo di Napoli e ha diretto produzioni liriche a Londra, Parigi, Helsinki, Seattle, Aspen, Tokyo, Bologna, Bergamo, Palermo, Sassari. Ha collaborato con solisti come Placido Domingo, Thomas Allen, Mariella Devia, Ruggero Raimondi, e registi come Woody Allen. Ha collaborato con i direttori Renato Palumbo, Maurizio Benini, Muhai Tang e con David Parry al Garsington Festival. Dal 2007 collabora con James Conlon. Nel 2012 è stato invitato dal Domingo-Thornton Young Artist Program all’Opera di Los Angeles per tenere seminari sull’interpretazione del repertorio italiano. Ha inciso in CD e DVD il Marin Faliero di Donizetti.

FRANCESCO LIBETTA pianoforte.

Per il New York Times, «aristocratico poeta della tastiera con il profilo e il portamento di un principe rinascimentale» (M. Gurewitsch); per El nuevo País è «un caso histórico de habilidad» (R. Poleo). A. Ciccolini scrisse di Libetta: “il più dotato strumentista della sua generazione”. F. d’Avalos gli ha dedicato tutti i suoi pezzi per pianoforte solo. P. Isotta lo ha definito «profondo musicista e un pianista di cultura» per «una libertà e insieme autorità pianistica che lo fanno senza confronti al mondo» (sul Corriere della Sera) e «il più grande pianista vivente» (in Altri canti di Marte, Marsilio 2015).

Ha realizzato integrali pianistiche di Beethoven, Händel, Chopin, Godowsky, Paisiello. Liszt. Sue registrazioni hanno ricevuto il Diapason d’Or, Choc de Le Monde de la Musique, Raccomandé par Classique. Tra i registi dei suoi video pubblicati su dvd: B. Monsaingeon e F. Battiato.

Ha collaborato con direttori d’orchestra (A. Pappano, M. Andreae, M. Albrecht, G. Varga, C. Mandeal), violinisti (I. Haendel, A. Pritchin, M. Quarta, G. Angeleri); danzatori, coreografi e compagnie di balletto (da C. Fracci a G. Galimberti, dal Balletto del Sud a S. Ballone e C. Fagetti); cantanti (A. C. Antonacci, E. Palacio, M. Devia), e numerosi colleghi pianisti.

Ha fondato e organizzato il Festival di Miami a Lecce, e i Concerti commemorativi di A. Benedetti Michelangeli in Val di Rabbi. Ha fondato l’Associazione Nireo, attiva anche come casa discografica. Ha pubblicato saggi su storia ed estetica musicale.

ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO «CORELLI».

Costituita da docenti, allievi e tirocinanti del Conservatorio, ha moltiplicato nel tempo le esibizioni, il repertorio e la ricerca. Fra le tante esibizioni – dal Festival del Cinema di Taormina alla Notte della Musica – che hanno visto protagonista la formazione orchestrale del Conservatorio messinese, è stata diretta da Ennio Morricone al Teatro Antico di Taormina, in occasione di un omaggio al regista Giuseppe Tornatore, e ha collaborato con alcuni fra i protagonisti della musica del nostro tempo, come Franco Mezzena, Stefan Milenkovich, Michele Campanella, Bruno Schneider e Calogero Palermo.

I prossimi appuntamenti in programma

Il prossimo appuntamento di maggio della Filarmonica Laudamo, in collaborazione con E.A.R. e Conservatorio Corelli sarà domenica 23 maggio con la CORELLI JAZZ BAND diretta da Giovanni Mazzarino, un grande viaggio nel jazz con musiche di Porter, Gershwin, Gillespie ed altri autori.  Il concerto, programmato al Teatro Vittorio Emanuele, ove consentito dalle prescrizioni governative anti-Covid, si svolgerà in presenza, con posto assegnato in abbonamento alla stagione 2020/2021 (Turno A ore 17:30 – Turno B ore 20:00).

 

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.