Unavantaluna in concerto per la Filarmonica Laudamo Messina: Berlinoz incontra la Sicilia

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Anche questa domenica tornano i concerti della Filarmonica Laudamo di Messina. Domenica 12 dicembre, alle 18 al Palacultura, salgono sul palco gli Unavantaluna. L’ensemble siciliana presenta al pubblico “Berlinoz Populaire: la musica classica incontra le sonorità e gli strumenti della tradizione siciliana». Gli Unavantaluna, infatti, non eseguiranno semplicemente le musiche di Hector Berlioz in chiave tradizionale ma daranno una nuova vita ai brani del compositore francese.

«Un ensemble straordinario di musicisti uniti dalle comuni origini siciliane e – si legge nella nota della Filarmonica Laudamo – dalla passione per le arti popolari della loro terra, alla ricerca di un equilibrio fra tradizione e innovazione musicale. Invitato anche al prestigioso Festival Berlioz, Unavantaluna permette ai propri strumenti di incontrare celebri partiture e di sostituirsi alle sonorità, alle atmosfere e alle emozioni create dagli strumenti classici della musica colta».

Unavantaluna

Gli Unavantaluna si sono formati nel 2004 e da allora hanno suonato in giro per il mondo. Il loro ultimo disco è uscito nel 2013, si chiama Isula Ranni e vi farà vivere davvero le suggestioni che regala un’isola straordinaria e malinconica come la Sicilia. Il gruppo è composto da: Pietro Cernuto zampogna a paro, marranzano, friscaletto e voce, Carmelo Cacciola liuto e voce, Luca Centamore chitarra acustica, Francesco Salvadore voce e tamburi a cornice, Alessandro D’Alessandro organetto e Andrea Piccioni percussioni.

«Così, ad esempio, – continua la nota – il friscaletto sostituisce il suono del violino, del flauto traverso, dell’oboe, nelle parti soliste di celebri arie di Hector Berlioz e di altri straordinari compositori. La sua incredibile versatilità e originalità lo ha portato a collaborare con artisti di estrazione classica come Elvin Dhimitri e a formazioni come Elio e le Storie Tese».

Prossimi concerti

Per il prossimo concerto della Filarmonica Laudamo di Messina dovremo aspettare il nuovo anno. Il 9 gennaio, infatti, sempre al Palacultura in programma: “La musica ritrovata“, un omaggio a Riccardo Casalaina, compositore – originario di Novara di Sicilia – scomparso durante il terremoto di Messina del 1908. Sul palco Maria Grazia Tringale soprano, Ludovico Giuseppe Camarda tenore, Antero Arena violino, Maria Assunta Munafó pianoforte e Demetrio Chiatto guida all’ascolto.

 

(94)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.