Traduzioni, poesie, opere erotiche e filosofia: oggi al Palacultura incontro su Tommaso Cannizzaro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dalle traduzioni, alle poesie, alle opere erotiche: oggi al Palacultura “Antonello” di Messina si parla di alcuni degli aspetti meno conosciuti dell’opera di Tommaso Cannizzaro. L’iniziativa è stata organizzata dal Liceo Bisazza insieme alle Università della Calabria, di Parma, Nova di Lisbona.

L’appuntamento è per oggi, 22 dicembre, alle 17.00, presso la Sala Palumbo, dove studiosi delle università della Calabria, di Parma, Nova di Lisbona, docenti e alunni del Liceo Bisazza, presenteranno “Il multiforme Cannizzaro: poeta, filosofo, traduttore, demologo”, con ampia lettura di testi.

Daniela Bombara e Barbara Sisalli (Liceo Bisazza) illustreranno un aspetto poco noto dell’autore: saranno letti, fra i “Canti popolari del messinese” da lui raccolti per decenni, quelli erotici, come espressione del genuino sentire del popolo, non pubblicati all’epoca e dati alle stampe solo in anni recenti da Armando Siciliano.

Giuseppe Lo Castro (Università della Calabria) offrirà al pubblico una scelta dai più significativi testi poetici di Cannizzaro, tratti in massima parte dalla raccolta “Tramonti”. Leggeranno i testi le allieve del Liceo Bisazza Claudia Giaimo, Marzia Giacobbe, Elena Mamazza.

 Gianfranco Ferraro (Università Nova di Lisbona) si occuperà della dimensione filosofica dello studioso, rintracciando in diverse opere il fil rouge della riflessione su temi speculativi.

Enrico Martines ed Andrea Ragusa (Università di Parma), Manuel Masini (Università Nova di Lisbona) tratteranno la figura di Cannizzaro come importante mediatore culturale fra Italia e Portogallo, presentando traduzioni e poesie riferite all’amicizia con il noto poeta portoghese Anthero de Quental.

Infine Stefano Morabito illustrerà l’opera pioneristica di Cannizzaro come primo traduttore del Cid Campeador, leggendo al pubblico passi scelti.

Le letture  saranno accompagnate da momenti musicali, a cura di Francesco Ingemi al pianoforte (diplomato al Liceo Bisazza) e Jhey Mark Hernandez alla chitarra, allievo del Liceo Bisazza.

La serata rientra nel programma di iniziative intraprese dall’Amministrazione Comunale, con l’Assessorato alla Cultura, per valorizzare la figura e l’attività di Tommaso Cannizzaro nel centenario dalla morte.

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.