Tindari Festival 2022: tutto il programma degli spettacoli

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Ancora teatro, ancora festival, ancora estate; parte oggi, lunedì 4 luglio, il “Tindari Festival 2022” con spettacoli di prosa, musica e lirica che abiteranno il Teatro Antico di Tindari, ma anche l’ex Convento di San Francesco, il Santuario, le Ville comunali e il centro storico. Un festival diffuso, quindi, «pensato – scrive il direttore artistico Tindaro Granata – per creare un rinnovamento culturale del nostro territorio.

Il percorso immaginato, di spettacoli, di artisti e artiste, con le opere più belle in circuitazione, prevede che il pubblico percepisca la natura più nobile degli esseri umani, e in particolare di noi siciliani, che caratterizza la mappa “umanografica” della nostra terra: l’accoglienza». Ad aprire il festival sarà “Medea, Confessioni“, in prima nazionale, con tra gli altri: Noemi Scaffidi e Rossella Letizia, per la regia del collettivo Marsynoe.

Tindari Festival 2022

Le opere del “Tindari Festival 2022“, infatti, sono legate al tema dell’accoglienza. Ventiquattro spettacoli, fino all’1 settembre 2022. In scena anche Michelangelo Maria Zanghì con “Un giorno quasi perfetto” e Angelo Campolo con “Stay Hungry”.  Tutto il programma del Tindari Festival 2022:

  • 4 e 5 luglio, alle 21, ex Convento di San Francesco: “Medea, Confessioni“, con Noemi Scaffidi, Rossella Letizia, Premio Renato Palazzi;
  • 15 luglio, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Placido e… Pirandello“, con Michele Placido, Associazione il Sipario;
  • 16 luglio, alle 18, Teatro Antico di Tindari: “Sogno di una notte di mezza estate“, a cura di Stefano Molica;
  • 17 luglio, alle 18, Teatro Antico di Tindari: “Anfitrione / Romeo e Giulietta“, a cura di Stefano Molica;
  • 18 luglio, alle 21, ex Convento di San Francesco: “La Borto“, di e con Saverio La Ruina, a cura di APS Officina delle Idee;
  • 20 luglio, alle 20:30, Teatro Antico di Tindari: “Storie di Liolà“, Progetto originale “Tindari a Cielo Aperto” con la Libera Compagnia del Teatro per Sognare della casa di Messina. Regia di Mario Incudine;
  • 23 luglio, alle 21, Villa Pisani: “Libro Rosso“, aspettando la notte per la Cultura, a cura di APS Officina delle Idee;
  • 24 luglio, alle 21, Villa Romana: “Conversazione e Poesia nella Villa Romana“, a cura dell’associazione culturale “Salvatore Quasimodo” di Patti;
  • 25 luglio, alle 21, ex Convento di San Francesco: “Quando le porte delle case resteranno aperte“, regia Corso / Malinarić. Premio Renato Palazzi – Prima nazionale;
  • 26 luglio, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Dedalo e Icaro“, regia Ferraù / Frongia. Progetto Somiglianze;
  • 2 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Odissea“, regia di Mario Perrotta;
  • 5 agosto, alle 20:30, centro storico: “Notte per la cultura“, a cura di APS Officina delle Idee;
  • 7 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Le Supplici“, regia di Serena Sinigaglia;
  • 10 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Serata in risata“;
  • 12 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Carmen” , Nuovo allestimento del Festival Lirico dei Teatri di Pietra, Coro Lirico Siciliano e Orchestra Filarmonica della Calabria. Direzione Maestro Filippo Alia;
  • 13 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: Samuele Bersani in concerto;
  • 18 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “I Gemelli“, da Plauto e da Goldoni. Regia di Carlo Boso;
  • 20 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Pink Floyd Tribute Iaser Show“;
  • 21 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Un giorno quasi perfetto“, regia Michelangelo Zanghì, Premio Renato Palazzi;
  • 21 agosto, alle 22, Teatro Antico di Tindari: “Stay Hungry“, regia di Angelo Campolo, Premio Renato Palazzi;
  • 23 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Album di famiglia“, Left Bank Theatre Kiev, regia di Matteo Spiazzi. Progetto Oikos;
  • 26 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “La dolce vita“, la musica del cinema, con l’Orchestra Filarmonica della Calabria. Direzione Filippo Arlia;
  • 28 agosto, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Colapesce“, dedicato a Ignazio Buttitta, regia di Filippo Luna;
  • 1 settembre, alle 21, Teatro Antico di Tindari: “Vergine Madre“, con Lucilla Giagnoni. Progetto Madonna Nera.

A questo link per i biglietti.

 

(4052)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.