A Messina arriva lo Swap Party: una festa per scambiarsi vestiti in libertà (e non solo)

Pubblicato il alle

3' min di lettura

A Messina, al numero 62 di via Catania c’è un bellissimo portone verde con un mucchio di storie dentro; è la casa di Mesogea in cui abitano libri, autori e autrici ed è proprio lì che arriverà lo Swap Party: una festa aperta tutti per chiacchierare e scambiarsi vestiti e accessori in libertà.

«Lo Swap Party – ci racconta Anita Magno – è una festa pomeridiana aperta a tutti per ritrovarsi in piazzetta Sabir per chiacchierare e ritrovarsi mentre ci scambiano vestiti e accessori in libertà, ci sarà un tavolo “di conforto” dedicato a dolciumi e bevande». Durante il pomeriggio sono previste letture random e momenti di intrattenimento, dedicati soprattutto ai più piccoli.

«Chi vuole solo donare senza prendersi nulla in cambio lo può fare – ci dice ancora Anita. L’unica regola è che chi viene e non è riuscito a dare/scambiare i propri oggetti dovrà riportarseli». Già negli anni ’70 esistevano le feste per scambiarsi oggetti e abiti; lo Swap Party, infatti, è un modo divertente per evitare gli sprechi, rinnovare il guardaroba, socializzare e stringere nuove amicizie: la componente relazionale, infatti, è fondamentale per queste feste.

Non solo Swap Party

Per quanto riguarda le nuove uscite della casa editrice messinese, Anita ci anticipa due appuntamenti imperdibili. Al Baba Jaga Festival di Roma (dall’8 al 10 aprile) Mesogea presenterà la graphic novel “Nero vita. Una storia di moderna schiavitù” di Daria Bogdanska, con la traduzione di Caterina Pastura. «Opera d’ispirazione autobiografica, tradotta per la prima volta in italiano, che racconta per parole e immagini le vicissitudini della giovane Daria all’arrivo in Svezia e le difficoltà che deve affrontare per rimanerci».

Il secondo appuntamento è invece al Comicon di Napoli (dal 22 al 25 aprile). Qui Mesogea presenterà Tasmar (Tasos Maragkos) autore di “Hard Rock – School, drugs & rock n’roll”, con la traduzione dal neogreco di Elettra Stamboulis. Il protagonista dell’opera  è il diciassettenne Markos, che progetta più volte di attraversare il mare e andare ad Atene. Tra presidi conservatori e vendicativi, mamme ansiose e protettive, case bianche a ridosso del mar Egeo, Markos attraversa un pezzo di adolescenza che lo traghetta verso la maturità e ci mostra che i luoghi da cartolina riescono a volte ad essere tutt’altro che paradisi terrestri». L’appuntamento, invece, con lo Swap Party di Mesogea è per sabato 9 aprile dalle 16:30.

 

(3727)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.