boner

“Sul Bosforo d’Italia. Racconti e miti”: al Palacultura, la manifestazione per i 150 anni di Boner

Pubblicato il alle

2' min di lettura

bonerOggi, alle ore 16.30, nella Sala di Lettura “P. Bruno”, al 1° piano del Palacultura Antonello, si terrà “Sul Bosforo d’Italia. Racconti e miti”, manifestazione organizzata  dall’Archivio Storico “Nitto Scaglione” e dalla Biblioteca Comunale “Tommaso Cannizzaro”, per ricordare i 150 anni dalla nascita di Edoardo G. Boner. All’evento, introdotto dall’assessore alla cultura, Tonino Perna, e coordinato da Patrizia Russo, interverranno Giuseppe Rando che delineerà il percorso letterario di Boner e Sergio Di Giacomo che parlerà delle comunità straniere a Messina nell’800. Giovanna Quartarone leggerà pagine dalle novelle peloritane e Giovanni Molonia traccerà il profilo biografico dell’autore, scomparso prematuramente nel terremoto del 1908 che distrusse “La bella Messina, del Bosforo d’Italia ultimo lembo”, soffermandosi sull’inedita corrispondenza tra Boner e Tommaso Cannizzaro, conservata nella Biblioteca Comunale e ora per la prima volta messa in mostra insieme ad altri rari materiali documentari. Scrittore, poeta, germanista e studioso di letterature nordiche, Edoardo Giacomo Boner nacque in una famiglia di origini svizzere trapiantata a Messina. Alla sua città, che oggi lo ricorda con l’intitolazione della via in cui abitò, egli dedicò molte belle pagine ripercorrendone i miti ma anche affrescando pittoresche scene di vita quotidiana in novelle, racconti e versi pubblicati in Racconti peloritani (1890), Sul Bosforo d’Italia (1899), Sui miti delle acque (1895), Le siciliane (1900); raccolte che gli valsero l’amicizia di grandi letterati italiani, in particolare quella di Mario Rapisardi e di Luigi Pirandello che nel 1895 gli dedicò “Con fraterno affetto” le sue Elegie renane.

(203)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.