horcynus festival 2021

“Storie e racconti di mare” all’Horcynus Festival 2021

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Nella 15esima giornata dell’Horcynus Festival 2021 si celebrerà ancora una volta la Bellezza – in arabo Jamal – tema e titolo di questa edizione. Dopo gli attesi concerti, i grandi progetti educativi e l’immancabile cinema che ha occupato gran parte della programmazione della kermesse, il protagonista di oggi è l’ecosistema marino dello Stretto di Messina e non solo.

Il nostro mare, paradiso di straordinaria biodiversità e ricchezza, arriverà sul grande schermo grazie ad una serie di riprese realizzate da professionisti e non professionisti della subacquea e profondi conoscitori delle acque dello Stretto. A partire dalle 21.30, l’appuntamento è con “Storie e racconti di mare”, proiezioni dedicate al mare a cura dell’Ecosfera Diving Center, società costola del progetto del Parco Horcynus Orca impegnata da 20 anni nella valorizzazione dell’ambiente marino. Riprese suggestive ci accompagneranno in questo viaggio “sott’acqua” alla scoperta dei fondali in cui Tirreno e Ionio si incontrano.“A guardarlo così sembra una distesa blu ma nei suoi fondali è ricco di tanta storia, di flora e fauna, di tantissime cose che aspettano solo di essere ammirate, scoperte e riscoperte – afferma Domenico Majolino, responsabile Centro Immersioni Ecosfera, profondo conoscitore dello Stretto e delle sue correnti – Tante saranno le immagini che raccontano storie di questo mare perché è importante cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica affinché si tuteli il più possibile l’ecosistema marino”.

Ad aprire la serata, che registra già il sold out, ci penseranno le riprese di Santi Cassisi – PhD in Fisica, impiegato presso l’Istituto Nazionale Astrofisica – Osservatorio Astronomico Abruzzo e si occupa di Astrofisica stellare – con “Dalle Stelle del cielo a quelle del mare”, dialoghi con Paolo Barone (Scilla Diving Center) e Domenico Majolino (Diving Ecosfera). A seguire, Filippo Mallamaci dello Scuba Point Diving Center di Reggio Calabria – professionista della subacquea, grande conoscitore del mare e punto di riferimento per i subacquei dello Stretto – con i video “L’altro Stretto “Pellaro” e “TgMare12, Inquinamento, l’infezione del Benessere”. Stefano Mirabella presenterà “Save The Future”, un video con breve narrazione con la partecipazione di suo figlio Mirko Mirabella: due siracusani, pare e figlio, legati dalla passione per il mare, per la fotografia e le riprese subacquee. In scaletta, anche “Il mio nome è Peloro”, video a cura della Pro Loco Capo Peloro che ha partecipato all’Expo di Milano. Chiuderanno la serata le riprese di Giovanni Mangano, Presidente AMP Capo Milazzo, con un Video Istituzionale Area Marina Protetta di Capo Milazzo, e Carmelo Isgrò con “La storia di Siso”, il capodoglio spiaggiato che rinasce nel museo del mare di Milazzo. Una storia che lascia l’amaro in bocca ma da cui è nato il SISO PROJECT, finalizzato alla divulgazione scientifica, all’educazione ambientale e alla protezione del mare. Domani 3 agosto si riparte con la Retrospettiva Buster Keaton a cui seguiranno le proiezioni di L’INFRAORDINARIO IN TEMPI NON ORDINARI di Nello Calabrò presente in sala e di UN’EDUCAZIONE PARIGINA di J.P. Civeyrac.

Ingressi contingentati e prenotazione obbligatoria al 344.2037197 –  0909032759.

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.