Sicilia, Luoghi del cuore Fai 2022: nella classifica provvisoria Messina al primo posto

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Tra poco più di un mese scopriremo i “Luoghi del cuore Fai 2022“: undicesima edizione del censimento dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico, lanciato dal Fondo Ambiente Italiano che permette ai primi tre classificati di poter realizzare il progetto proposto, rivolto alla valorizzazione e alla tutela.

«L’Italia, con il suo paesaggio, i monumenti, le tradizioni, i borghi e le città d’arte, – si legge nella nota – ha un patrimonio straordinario che ognuno di noi può contribuire a tutelare, valorizzare o salvare da degrado e abbandono attraverso la partecipazione al censimento del FAI». Per votare c’è tempo fino al 15 dicembre 2022; intanto scopriamo la classifica provvisoria dei “Luoghi del Cuore 2022” più amati in Sicilia.

Luoghi del cuore FAI 2022

Ecco i Luoghi del cuore 2022 che sono, per ora, ai primi posti della classifica provvisoria della Sicilia:

  • Cimitero Vecchio, Santo Stefano di Camastra, Messina
  • Spiaggia della Pillirina, Siracusa
  • Scala dei Turchi, Realmonte, Agrigento
  • Tre Piscine Cala del Cuore, Bagheria, Palermo
  • Priorato di Sant’Andrea, Piazza Armerina, Enna
  • Chiesa di San Michele Arcangelo, Isnello, Palermo
  • Chiesa del Carmine Maggiore, Palermo
  • Valle dei Templi, Agrigento
  • Torre di Manfria, Gela, Caltanissetta
  • Borgo marinaro di Marzamemi, Pachino, Siracusa

Dopo l’annuncio dei risultati finali, a fronte della presentazione di un progetto concreto verranno assegnati rispettivamente 50.000, 40.000 e 30.000 euro ai primi 3 luoghi classificati e 20.000 euro al bene al primo posto della classifica speciale “I Borghi e i loro Luoghi”.

Luoghi del cuore Fai 2022: Il Cimitero di Santo Stefano è al primo posto

Il Cimitero Vecchio di Santo Stefano di Camastra, in provincia di Messina, collocato a un chilometro dal centro storico del borgo, viene considerato un vero e proprio museo a cielo aperto delle ceramiche maiolicate. La sua unicità è rappresentata sia dalla struttura architettonica delle 90 tombe presenti, denominata alla “cappuccina”, sia dal rivestimento delle tombe stesse, costituito da mattonelle, chiamate “ambrogette”, decorate con motivi ornamentali su fondo bianco. Ne sono state contate circa 75 tipologie diverse a testimoniare l’incontro tra conoscenza tecnica, maestranza e gusto artistico di varie scuole di ceramisti operanti nel messinese.

Il cimitero, attivo solo nel XIX secolo, è stato abbandonato nel 1881 in favore di quello nuovo. Negli anni Novanta la Soprintendenza dei Beni Culturali di Messina ha restaurato alcune delle tombe al suo interno, ma si rendono ancora necessari lavori di manutenzione e recupero delle altre presenti: originariamente, infatti, le tombe erano completamente ricoperte di maioliche, ma negli anni alcune delle piastrelle si sono staccate e sono conservate nel museo cittadino a Palazzo Trabia. La raccolta voti spontanea, promossa al censimento “I Luoghi del Cuore” 2022, nasce proprio dal desiderio di vedere restaurare queste opere. Il Cimitero rientra nella classifica speciale “I Borghi e i luoghi”. Nella classifica nazionale il Cimitero Vecchio è al 12 posto.

Come votare i Luoghi del cuore

Per votare il vostro luogo del cuore FAI 2022 basta collegarvi al sito dedicato.

(194)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.