“Segnalibro d’artista”: 29 piccole opere d’arte in mostra a Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nel corso degli anni, il segnalibro è diventato un’opera d’arte. Di dimensioni e formati diversi, è ormai un oggetto prezioso, che può essere regalato (chi di noi non ne ha ancora uno confezionato per non sgualcirlo?) o messi in esposizione. Come succede da martedì 6 ottobre alle 19.00 alla Mondadori di Messina con la mostra “Segnalibro d’Artista” a cura di Mariateresa Zagone, organizzata dall’Associazione “La Stanza dello Scirocco”.

In mostra 28 artisti che propongono una riflessione sullo stato dell’arte italiana e siciliana. Giocando con linguaggi espressivi diversi: dalla pittura all’illustrazione, arrivando al design. La mostra sarà poi visitabile a Catania, Siracusa e Capo d’Orlando.

La mostra sarà visitabile dal 6 al 17 ottobre dal lunedì al sabato, nei seguenti orari:

  • dalle 09.00 alle 13.00  e dalle 16.30 alle 20.00

Gli artisti in mostra a Messina per “Segnalibro d’Artista”:

  • Donatella Alibrandi
  • Angela Andaloro
  • Gregorio Cesareo
  • Daniele Commito
  • Angela Di Blasi
  • Stefania Di Trapani
  • Sofia Donato
  • Eden Eban
  • Maria Anna Frisone
  • Adriano Fuscà
  • Maria Inferrera
  • Puccio La Fauci
  • Daniela Tania Linguanti
  • Virginia Lorenzetti
  • Alessandro Maio
  • Floriana Materazzo
  • Serena Moschetto
  • Rosa Lucia Motta
  • Marina Pace
  • Paola Vanessa Pietrafitta
  • Francesco Pietrella
  • Giuseppe Pizzardi
  • Lucia Ragusa
  • Rossana Ragusa
  • Caterina Scandurra
  • Rosa Scidà
  • Carla Siracusano
  • Maria Felice Vadalà

Curiosità sul segnalibro

Alcuni storici indicano il 1584 come anno di nascita del segnalibro. Lo stampatore Christopher Barker presentò alla regina Elisabetta I d’Inghilterra un libro in cui aveva cucito all’interno un nastro di seta. Secondo altre fonti, il segnalibro era in uso molto prima della nascita della stampa, già nel 1337.

In Italia, il segnalibro si diffuse in epoca Liberty (fine ‘800), dove bellissime immagini femminili venivano pubblicate su cartoncini con nastri di raso. Col tempo, il segnalibro è diventato un vero e proprio oggetto di culto utilizzato anche da note aziende come per esempio la Perugina.

(400)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.