tn RifugioCappellini ME

Riunione per il 70˚ anniversario dei bombardamenti: riapre il rifugio antiaereo Cappellini

Pubblicato il alle

2' min di lettura

tn RifugioCappellini MENell’ambito delle iniziative culturali programmate per l’anno 2013, volte a commemorare il 70° anniversario dei “Bombardamenti su Messina”, il Comitato per il Coordinamento delle manifestazioni si è ritrovato nella sala riunioni del “Circolo” di Messina del presidente Angelo Caristi, che ha fatto gli onori di casa ed ha aperto i lavori. Presenti alla riunione tutti i rappresentanti delle varie associazioni aderenti al coordinamento: Il Museo Storico di Forte Cavalli, il Museo della Storia e dei Bombardamenti di Messina, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l’Associazione Culturale “Arsenale di Messina” Onlus, la Società Oloturia Sub, l’Associazione “Ferrovie Siciliane”, l’Associazione Socio Culturale CTG di Messina e il Gabinetto di Lettura. La riunione è servita a dettare i tempi dei lavori, che si dovranno concentrare  da maggio a luglio per poi concludersi a fine anno, tante le proposte in fase di elaborazione, si è stilata un’agenda di lavori e raccolte idee da sviluppare e realizzare, sicuramente si svolgeranno delle mostre fotografiche,  delle conferenze e si spera anche di pubblicare una raccolta di 70 testimonianze, che ricorderanno con degli aneddoti i momenti di paura e di morte vissuti dai giovani di allora. A Fine lavori Angelo Caristi presidente del costituendo Museo della Storia e dei Bombardamenti di Messina  ha informato il Comitato della prossima apertura al pubblico del “Rifugio Antiaereo Cappellini”, che è sito sul retro del liceo Archimede, una location importante e a molti messinesi sconosciuta. Nei progetti del presidente Caristi che sono supportati dal Comitato, la galleria e i locali del Rifugio Cappellini potranno ospitare delle mostre permanenti ed eventi culturali. I locali dopo una opportuna valorizzazione, dovranno essere aperti al pubblico ed in particolare ai turisti, per permettere  alla location di diventare volano di sviluppo di attività storico culturali e turistiche.

(84)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.