Notte Bianca “Vaccini e Cultura” all’Ospedale Militare di Messina: il programma

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La Notte Bianca “Vaccini e Cultura” all’Ospedale Militare di Messina è un’altra iniziativa, promossa dal Comune e organizzata dal Dipartimento di Medicina Legale di Messina, per promuovere la campagna vaccinale.

Per l’occasione, infatti, l’Ospedale Militare della città aprirà le porte sabato 24 luglio, dalle 19:30 e fino all’1 di notte. L’obiettivo è quello di coinvolgere i cittadini che non hanno ancora fatto il vaccino.

«Affinché – si legge nella nota – provvedano con fiducia e senza tentennamenti, in particolare gli over 60, ad oggi la categoria più a rischio, gli adolescenti, i giovani, le loro famiglie e tutto il personale scolastico per un ritorno a scuola in presenza».

La Notte Bianca “Vaccini e Cultura” all’Ospedale Militare di Messina

Il Comune di Messina, in linea con la campagna di vaccinazione della Regione Siciliana, continua a intrecciare “l’utile e il dilettevole”. In programma anche il concerto della Banda Musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” e i musicisti del Conservatorio Corelli.

«Il Comune – continua la nota – mette in campo la musica e la cultura per offrire una serata estiva divertente in comodi orari anche per i più esigenti. Dopo essersi sottoposti al vaccino si potrà infatti assistere all’esibizione di vari gruppi che saliranno sul palco del Dipartimento, tra i quali la Banda Musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” e un quintetto del Conservatorio Corelli.

Sarà possibile inoltre visitare l’esposizione storica della Sanità Militare del Regio Esercito, dalla fine del XIX secolo alla II Guerra Mondiale, di proprietà del Generale Messale, e la mostra curata dall’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti con gli artisti dell’Organizzazione GAS collettivo d’arte indipendente Felipe Cardena (Spagna), Svetlana Grevenyuk (Ucraina), Sara Baxter (Inghilterra), Ma Lin (Cina), Gimaka (Senegal), Sadif (Egitto) e gli italiani Michele D’Avena, Fabio Carmelo D’Antoni, Sabrina Di Felice, Roberta Dallara e Alex Folla».

(367)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.