concerti pianoforte

Musica all’Università di Messina: tornano i “Concerti dell’Ateneo”. Si comincia il 2 febbraio

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Una serata dedicata alla musica degli anni ’60, una alla Lirica, una ad Ennio Morricone: al via i Concerti d’Ateneo del 2023 organizzati dall‘Università degli Studi di Messina. Due le location prescelte, 12 gli spettacoli per questa 33esima edizione, ormai un must, che quest’anno taglia il traguardo dei 500 eventi dall’inizio della manifestazione.

Il primo e l’ultimo concerto si svolgeranno presso l‘Auditorium Polifunzionale del Polo Papardo, gli altri nell’Aula Magna del Rettorato. Ripartono tra pochissimi giorni di “Concerti dell’Ateneo messinese”, ormai una tradizione per gli appassionati di musica in riva allo Stretto. L’iniziativa, giunta alla sua 33esima edizione, si pone l’obiettivo, tra le altre cose, di fornire agli studenti nuovi stimoli culturali e una formazione più ampia e variegata.

Ad aprire la kermesse, giovedì 2 febbraio all’Auditorium Polifunzionale del Polo Papardo, sarà una serata dedicata alle “Canzoni dei mitici anni ’60”, mentre la chiusura sarà affidata al Gran Galà della Lirica, che vedrà la partecipazione di affermati cantanti abituati a calcare i palcoscenici dei più importanti Teatri d’Opera nazionali ed esteri, e che si svolgerà il 4 maggio. Tra i concerti, il 2 marzo, anche un omaggio ad Ennio Morricone, condotto dal celebre attore Bruno Gambarotta. Variegati e coinvolgenti saranno i repertori che verranno alternati sul palco da vari artisti appartenenti a differenti generi musicali.

Gli studenti che assisteranno ai Concerti organizzati dall’Università degli Studi di Messina potranno ottenere sino ad un massimo di 3 CFU (Crediti Formativi Universitari, ndr).

 

(239)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.