Messina. Il Cinema Lux riapre dal 7 febbraio, Torre: «Il Don Orione non farà solo il cineforum»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

L’ultima volta che siamo entrati al Cinema Lux di Messina sarà stato il 2018. Quattro anni fa, infatti, Umberto Parlagreco già Multisala Iris, si era preso di coraggio e aveva iniziato una nuova avventura da impresario cinematografico. Avventura che però non è andata benissimo. Così, per quattro anni, il Cinema Lux è rimasto chiuso e muto: senza dialoghi, scene d’amore, chiacchiericci domenicali post film. Poi, perché la storia sembra essere a lieto fine, il Cineforum Don Orione ha deciso di prenderlo in gestione e dal 7 febbraio inizierà la rassegna tradizionale e una programmazione parallela.

A raccontarcelo è Francesco Torre, consulente per la progettazione culturale del Don Orione. «C’era la volontà – dice Francesco – da parte dei vertici del Cineforum Don Orione di avere un locale dove poter svolgere in autonomia le proprie attività. C’è stata la possibilità di partecipare a un bando regionale che si occupava di finanziare interventi di adeguamento di sale dismesse, si sono presi i contatti con i proprietari del Cinema Lux e adesso stiamo lavorando per la riapertura».

Il Cinema Lux riapre

Finalmente, il Cinema Lux di via Largo Seggiola torna a vivere e a emozionare il pubblico messinese. E lo fa dal 7 febbraio, con il calendario già pronto del Cineforum Don Orione, che ha preso in gestione la struttura cinematografica aperta negli anni ’50. «Insieme ai film del cineforum – continua Francesco – faremo anche una programmazione ordinaria. Già è successo negli anni ’90, quando il Cineforum gestiva il Cinema Don Orione, ma sicuramente è una novità associativa. L’attività, in questo caso, verrà svolta direttamente dall’associazione».

Certo, aprire un cinema in questo periodo sarà stata la scelta migliore? Secondo noi sì, perché forse è in un momento di difficoltà che possiamo dare il meglio di noi. «Siamo contenti, ma anche molto spaventati – aggiunge Francesco – stiamo andando a sbattere in un periodo in cui il pubblico sta frequentando meno le sale, sicuramente di transizione ma forse dobbiamo cavalcare il cambiamento e questo forse permetterà all’associazione di fare uno scatto in avanti».

Il programma del Cineforum Don Orione

Saranno sette le sezioni della 59esima edizione del Cineforum Don Orione, con il film d’apertura (con ingresso gratuito) in programma per lunedì 7 febbraio. Sul grande schermo: “Un altro giro” per la regia di Thomas Vinterberg. Tra le proiezioni anche due omaggi: il primo a Jean-Paul Belmondo e il secondo a Franco Battiato. Per la programmazione ordinaria, invece ci toccherà aspettare. «Non faremo delle operazioni che andranno a impattare sui cinema commerciali, – conclude Francesco – faremo una programmazione d’essai e autoriale, come è nella tradizione della sala e della nostra identità».

A questo link tutto il programma del cineforum.

(664)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.