Messina. Dal 24 luglio arriva l’Horcynus Festival 2020. Tutto il programma

una scena de La Hija de un ladrònDal 24 luglio al 3 agosto, al Parco Horcynus Orca di Capo Peloro, torna l’Horcynus Festival 2020. Sarà il domani – in arabo ghadaan – il tema scelto per questa nuova edizione, per «sottolineare l’urgenza di praticare strade diverse e di intraprendere nuovi percorsi economici e sociali, in grado di contrastare le disuguaglianze, accentuate e aggravate dalla globalizzazione e dal cambiamento climatico».

L’Horcynus Festival si inaugura con “Mondi fragili”, percorso poetico di Antonio Catalano. Già fondatore della compagnia teatrale “Casa degli Alfieri” e creatore del progetto interattivo “Universi sensibili”, Antonio Catalano presenterà al pubblico di Capo Peloro, una installazione eco-logica, bio-luna park, un villaggio fragile fatto di rifugi primitivi creati sul posto con materiali naturali (rami, foglie, terra, semi, piume), che ospitano ambientazioni (sedie sensibili, musei sentimentali, popoli immaginari) a loro volta create con elementi della natura.

A Capo Peloro tra teatro, musica e cinema spagnolo

Insieme alle performance interattive, l’Horcynus Festival – come ogni edizione – dedicherà ampio spazio al cinema con la rassegna “Arcipelaghi di visioni”. Con le proeizioni di Bernando e Giuseppe Bertolucci, i corti di Paolo Benevenuti e una retrospettiva dedicata al cinema spagnolo con – tra gli altri – La Hija de un ladrón, (in foto) di Belén Funes – Premio Goya 2020. Spazio anche dedicato ai laboratori per bambini, seminari interazionali, libri e la musica dei Fanfara Station.

Horcynus Festival 2020 – tutto il programma:

24 Luglio 2020

  • 18:30 Mondi Fragili, di Antonio Catalano
  • 21:00 In cerca della poesia, di Giuseppe Bertolucci
  • 22:00 Prima della rivoluzione, di Bernardo Bertolucci

25 Luglio 2020

  • 21:00 Il mio vicino Totoro, di Hayao Miyazaki
  • 22:30 Paolo Benvenuti – I corti: Il Balla Balla, Del Monte Pisano, Il Cantamaggio

26 Luglio 2020

  • 21:00 Inedita energia – Omaggio ad Attilio Bertolucci, di Giuseppe Bertolucci
  • 21:30 Ossa di Crita, presentazione performativa del libro di Massimo Barilla (Mesogea, 2020) – piano ed effetti Luigi Polimeni – Introducono Adrian Grima e Caterina Pastura
  • 22:15 Com’è nato un golpe: il caso Moro, di Tommaso Cavallini

27 Luglio

  • 21:00 Asino Vola, di Marcello Fonte e Paolo Tripodi
  • 22.30 Strana la vita, di Giuseppe Bertolucci

28 Luglio

  • 21:30 Fanfara Station in concerto

29 Luglio

  • 21:30 Storia dell’occhio per Georges Bataille, Astràgali Teatro, di e con Fabio Tolledi e Mauro Tre
  • 22:45 Il Conformista di Bernardo Bertolucci

30 Luglio

  • 21:00 Paolo Benvenuti – I corti: Fuori Gioco, Bambini di Buti
  • 21:30 Yuli di Icíar Bollaín – anteprima italiana festival del cine español
  • 22:30 A mio padre – Una vita in versi, di Giuseppe Bertolucci

31 Luglio

  • 21:00 Paolo Benvenuti – I corti: Il Cartapestatio, Fame
  • 21:30 70 Binladens, di Koldo Serra – anteprima italiana festival del cine español
  • 23:20 Oscuro y Luciente, di Samuel Alarcon – anteprima italiana festival del cine español

1 Agosto

  • 21:00 Il correggio ritrovato, di Giuseppe Bertolucci
  • 21:30 Tristana, di Luis Buñuel – 50° anniversario festival del cine español
  • 23:30 Paolo Benvenuti – I corti: Medea – Il Teatro del Maggio di Buti

2 Agosto

  • 21:00 Bologna, di Bernardo e Giuseppe Bertolucci
  • 21:30 La Hija de un ladrón, di Belén Funes – Premio Goya 2020 Miglior opera prima festival del cine español
  • 23:30 Amori in corso, di Giuseppe Bertolucci

3 Agosto

  • 21:30 Il tè nel deserto, di Bernardo Bertolucci

(1127)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *