Messina, al Teatro Vittorio Emanuele arriva Emilio Solfrizzi con “Il malato immaginario”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Nuovo appuntamento al Teatro Vittorio Emanuele di Messina con Emilio Solfrizzi ne “Il malato immaginario”, una delle commedie più famose di Molière. La pièce, divisa in tre atti, andò in scena per la prima volta al Palais-Royal di Parigi nel febbraio del 1673, ma come molte opere del passato riesce ancora a parlare al pubblico. La storia, infatti, racconta dell’ipocondriaco Argante che si servirà della malattia per non affrontare le difficoltà della vita.

«La comicità di cui è intriso il capolavoro di Molière – dice il regista Guglielmo Ferro, che ha curato anche l’adattamento – viene così esaltata dall’esplosione di vita che si fa tutt’intorno ad Argante e la sua continua fuga attraverso rimedi e cure di medici improbabili crea situazioni esilaranti».

Sul palco insieme a Emilio Solfrizzi anche Lisa Galantini, Antonella Piccolo, Sergio Basile, Viviana Alteri, Cristiano Dessi, Pietro Casella, Cecilia D’Amico e Rosario Coppolino. Costumi di Santuzza Calì, scenografie di Fabiana Di Marco e musiche di Massimiliano Pace. Prodotto dalla Compagnia Moliere – La Contrada – Teatro Stabile di Trieste, in collaborazione con Teatro Quirino – Vittorio Gassman. L’appuntamento è al Teatro Vittorio Emanuele, sabato 5 alle 21:00 e in replica domenica 6 marzo alle 17:30. Per i biglietti qui.

Emilio Solfrizzi a Messina

È la prima volta che l’attore barese, Emilio Solfrizzi, calca il palcoscenico messinese. A dirlo è lui stesso in un video-saluto: «Sono molto emozionato, perché è la prima volta che vengo a Messina e al Teatro Vittorio Emanuele. Vi aspetto perché è una commedia veramente molto divertente»

Prossimi appuntamenti

Annullato “Morabeza in teatro” di Tosca, previsto il 9 marzo. Confermato, invece, il 12 marzo “Un tram chiamato desiderio” con Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci, per la regia di Pier Luigi Pizzi.

(138)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.