Messina, al Museo Regionale gli ultimi giorni di “Seguendo Caravaggio”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Ultimo weekend per andare a vedere la mostra “Seguendo Caravaggio” al Museo Regionale di Messina; l’esposizione è stata inaugurata il 28 luglio scorso e sarà visitabile fino a domenica 15 ottobre 2023.

Più di 50 i dipinti di artisti siciliani e non, che celebrano Caravaggio, affascinati dal genio creativo, tra luci e ombre. «Caravaggio ha rivoluzionato l’arte – ci avevano raccontato le curatrici dell’allestimento, Elena Ascenti, Giovanna Famà, Alessandra Migliorato e Donatella Spagnolo, insieme al direttore del MuMe Orazio Micali. Fino ad allora, c’era sempre il filtro della visione dell’artista. Con lui, invece, nasce la ripresa dal vero, con sperimentazioni sulla luce. Caravaggio, infatti, è considerato quasi un iniziatore della visione fotografica, cinematografica e teatrale. Per gli artisti del tempo è stata una folgorazione».

Al MuMe ultimi giorni di “Seguendo Caravaggio”

Insieme alle 16 opere provenienti dai depositi del MuMe di Messina, è possibile vedere anche dipinti prestati da collezioni private: opere conservate nelle chiese delle Arcidiocesi di Messina e Palermo e di diversi musei siciliani come il Civico di Castello Ursino di Catania e la Galleria Regionale di Palazzo Abatellis di Palermo.

Tra i pittori siciliani in esposizione anche il siracusano Mario Minniti con ”Ecce Homo” e il “Cristo portacroce” del siracusano Mario Minniti; il messinese Alonzo Rodriguez con “Commiato dei Santi Pietro e Paolo prima del martirio” e ‘”Ultima Cena”; Pietro D’Asaro, di Racalmuto, con la “Lapidazione di Santo Stefano” e “Orfeo incanta gli animali con la musica” e il messinese Giovan Simone Comandè, a cui è dedicata una sala intera, con le opere “San Matteo e l’Angelo” e “Madonna col Bambino e devoti”.

La mostra “Seguendo Caravaggio” sarà visitabile sabato 14 ottobre, dalle 09.00 alle 19.00, con l’ultimo ingresso alle 18.00, e domenica 15 ottobre dalle 09.00 alle 13.30, con l’ultimo ingresso alle 12.45.

 

 

 

(238)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.