Leonardo Sciascia internazionale: ciclo di lezioni dall’Australia agli Stati Uniti

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Leonardo Sciascia e la Sicilia in giro per il mondo. Inizierà giovedì 25 agosto il ciclo di lezioni sullo scrittore siciliano promosso e organizzato dall’associazione Amici di Leonardo Sciascia e dal comitato nazionale presieduto da Emma Bonino per celebrare i cento anni dalla nascita avvenuti lo scorso anno. Il primo appuntamento sarà a Edimburgo, in Scozia, all’Italian Institute of Culture. Interverranno Joseph Farrell, docente emerito di italiano all’Università di Strathclyde e autore del libro “Leonardo Sciascia. The Man and the Writer” (La Casa Editrice Leo S. Olschki), e Davide Messina, professore dell’Università di Edimburgo.

In programma ci sono poi altri due incontri: il 26 agosto a Sydney, lezione sciasciana introdotta da Giulia Torello-Hill, Senior Lecturer e Direttore del Programma di Italiano presso la School of Humanities, Arts and Social Sciences della University of New England, e organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Sydney in collaborazione con la University of New England e la Monash University di Melbourne; e il 13 settembre al dipartimento di lingua e cultura italiane della Yale University di New Haven, negli Stati Uniti. Poi il doppio appuntamento a New York in programma il 20 settembre (Libreria Rizzoli) e infine due giorni, il 22 e il 23 settembre, nella sede dell’Istituto italiano di cultura di Park Avenue, per la tredicesima edizione del “Leonardo Sciascia colloquium”.

Al centro del dibattito il mito americano e il mito mediterraneo nella visione dello scrittore di Racalmuto: cinque sessioni, tavole rotonde, seminari, videoclip e discussioni sul singolare e appassionato rapporto di Sciascia con la letteratura americana. Il tema sarà sviluppato da vari studiosi tra cui Joseph Farrell, Ann Goldstein, Valerio Cappozzo, Amara Laakhous, Antonio Monda, Valter Vecellio, Domenico Scarpa e altri.

Questo ciclo di lezioni sull’autore de “Il giorno della Civetta” hanno visto il coinvolgimento del Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e la rete degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, delle Ambasciate e dei Consolati Generali.

(65)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.