“La Timidezza delle Chiome”: tra gli sceneggiatori anche la messinese Alessia Rotondo

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Presentato nella Sezione Notti Veneziane delle Giornate degli Autori alla 79ª Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, “La Timidezza delle Chiome” per la regia di Valentina Bertani, con Benjamin Israel, Joshua Israel, Sergio Israel, Monica Carletti Michela Scaramuzza, sta per arrivare anche a Messina per una proiezione speciale.

Succederà sabato 19 novembre alle 21 alla Multisala Iris di Ganzirri. A firmare la sceneggiatura insieme a Valentina Bertani, Emanuele Milasi e Irene Pollini Giolai, anche la messinese Alessia Rotondo. «Ho lavorato a questo progetto per cinque anni e a settembre – scrive Alessia – abbiamo avuto il piacere di presentarlo al Festival di Venezia. Il piacere è forse ancora più grande nel poterlo proiettare a Messina, la mia città».

La timidezza delle Chiome

Prodotto da Diaviva per l’Italia e Movieplus per Israele e realizzato con il sostegno di MiBACT e NFCT, il film racconta la storia dei gemelli Benjamin e Joshua che affrontano il passaggio dall’adolescenza all’età adulta.  «Quando la scuola finisce e comincia l’età adulta, – si legge nella nota – Benjamin e Joshua Israel, due gemelli omozigoti di origine ebraica, iniziano a sentirsi oppressi. Mentre amici e compagni di classe pianificano una nuova vita, loro non riescono a immaginare il futuro.

Avere vent’anni e un naturale carisma unito a una buona dose di spavalderia non basta se hai una disabilità intellettiva e il mondo in cui vivi non sembra essere fatto per accoglierti. Sentendosi esclusi, Benjamin e Joshua si confrontano con i limiti imposti dagli altri senza avere paura di sbatterci contro. Joshua desidera fare sesso per la prima volta, mentre Benjamin insegue l’utopia di un amore. Anche se i due entrano spesso in conflitto tra loro, il loro legame è impossibile da sciogliere. Impareranno presto che crescere significa dare spazio all’altro senza fargli ombra». Alessia Rotondo non è l’unica messinese nel team che ha lavorato al lungometraggio; insieme a lei anche Federica Intelisano, creative VFX Supervisor e Francesca Allegra, consulente al montaggio e autrice del trailer.

Il film sarà nelle sale da giovedì 10 novembre, a questo link per i biglietti della proiezione alla Multisala Iris di Messina.

Su Alessia Rotondo

Classe 1985, Alessia Rotondo cresce a Messina per poi trasferirsi a Milano. Scrive sceneggiature, documentari e contenuti per il web. Tra i suoi scritti anche; Luciano Ligabue: Made in Italy, documentario di Valentina Bertani andato in onda su FoxLive, e Non morirò di fame, lungometraggio di Umberto Spinazzola attualmente in fase di postproduzione. In estate torna al Sud con Emanuele Milasi per occuparsi del Pentedattilo Film Festival, rassegna di cortometraggi che si svole a Melito di Porto Salvo, in Calabria.

(240)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.