L’8 settembre a Palermo arriva la seconda parte del Sicilia Queer filmfest

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Dall’8 al 12 settembre, ai Cantieri Culturali della Zisa di Palermo arriva la seconda parte dell’unidicesima edizione del Sicilia Queer filmfest. La prima, infatti, si è consumata ai primi di giugno. Il Sicilia Queer filmfest è il primo festival internazionale di cinema lgbt e nuove visioni in Sicilia. «Nasce – scrivono i referenti – dalla domanda diffusa di pensiero e di cultura non omologata, innovativa, critica, e dalla necessità di rappresentare una società in movimento.

Queer è pluralismo di pensieri critici sul mondo, di soggettività desideranti che rappresentano un’idea nuova di cittadinanza, di giustizia sociale, di diritti e di libertà della persona. Queer, in un senso cinematografico, per noi è anche tutto ciò che – pur se non correlato a tematiche lgbt – è eterodosso, indipendente, alternativo dal punto di vista delle poetiche e dei linguaggi, degli approcci produttivi o distributivi, non dòmo alle logiche di mercato: insomma, ciò che amiamo chiamare “nuove visioni”».

Sicilia Queer filmfest 2021

Sono nove le sezioni che caratterizzano il Sicilia Queer filmfest, tra cortometraggi, opere prime, workshop e omaggi:

  • queer short: sezione dedicata a opere legate a tematiche queer in un’accezione ampia del termine.
  • nuove visioni: sezione internazionale aperto a lungometraggi di finzione e documentari, non necessariamente legati a tematiche queer.
  • panorama queer: immagini, visioni, apparizioni che delineano un panorama inusuale nella distribuzione cinematografica internazionale. Folgorazioni provenienti da grandi autori riconosciuti o da grandi autori da scoprire e far conoscere. Il meglio della produzione cinematografica queer di tutto il mondo.
  • presenze: sezione del festival dedicata ad approfondire la conoscenza dell’arte e del pensiero di autori di cui proponiamo le opere più significative, spesso per la prima volta proiettate in Italia. Protagonista della sezione Presenze di Sicilia Queer 2021 è il giovane talento del cinema portoghese contemporaneo Carlos Conceição, a cui è dedicata la retrospettiva integrale della sua produzione.
  • nuove lezioni siciliane: workshop a cura di Kamal Aljfari (realizzato nella prima parte del Sicilia Queer filmfest).
  • carte postale à Serge Daney: sezione di storia del cinema, dedicata al grande critico francese Serge Daney, redattore dei «Cahiers du cinéma» e di «Libération», fondatore della rivista «Trafic».
  • retrovie italiane: sezione dedicata al cinema italiano curata  da Umberto Cantone. Omaggio a Luchino Visconti nel cinquantennale dell’uscita di Morte a Venezia.
  • premio Nino Gennaro: premio intitolato alla memoria di Nino Gennaro, assegnato ogni anno a un/a artista o intellettuale che si sia distinto/a in modo particolare per la sua attività e il suo impegno finalizzati alla diffusione internazionale della cultura queer, alla valorizzazione delle differenze e alla difesa dei diritti delle persone glbt.
  • letterature queer: libri, letture, incontri, dibattiti che indagano sull’universo queer e le sue molteplici contaminazioni tra generi, produzioni indipendenti e mainstream.

Il programma completo qui.

(foto di Simona Mazzara)

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.