In Sicilia il primo playground artistico è di Spos.Art: «Un incredibile gioco di squadra»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

La street art in Sicilia è quasi una voce che parla e racconta storie di luoghi spesso abbandonati. E talvolta gli interventi artistici vengono scelti dai cittadini per tornare ad abitare quei posti. È successo così al playground di San Filippo del Mela, diventato il primo playground artistico della Sicilia, realizzato da Spos.Art. Artistico proprio perché Spos.Art è intervenuto sulla pavimentazione del campo da gioco.

«È un lavoro – ci racconta Spos.Art – che ho iniziato i primi di ottobre e che a causa del continuo maltempo ho potuto finire la settimana scorsa. Mi ha ispirato la natura stessa del progetto, nel senso che per realizzare questo playground è avvenuto un incredibile gioco di squadra tra la Pro Loco San Filippo del Mela che ha proposto il progetto, l’amministrazione comunale che lo ha presentato con la democrazia partecipata e i cittadini di San Filippo che lo hanno votato».

Il playground di Spos.Art

+2

 

L’intervento artistico di Spos.Art (già noto per alcune opere a Messina e provincia) realizzato sul playground di San Filippo del Mela omaggia il lavoro di squadra. «Ho deciso di omaggiare tutti i giochi di squadra – continua Spos.Art – che hanno come scopo il raggiungimento di un obiettivo comune con un parallelo con il gioco del basket.

Il pallone è l’obiettivo comunque e le mani protese verso di esso sono le mani di diverse persone – a prescindere dal credo politico, dalle simpatie, dalle idee personale – che contribuiscono a modo proprio al raggiungimento di questo obiettivo. Inoltre vuole essere anche un ponte tra passato e futuro da un punto di vista stilistico perché il campo è anche una piazzetta centrale nel paese e viene frequentata da persone di tutte le età mentre i colori richiamano quelli presenti nella piazza.

Essendo una piazza, tra le principali del paese, viene gestita dal Comune e allo stesso tempo da tutti. È e continuerà ad essere un luogo pubblico quindi sarà vissuto dalla gente che vorrà andarci e dai ragazzi che giocheranno a basket. È anche storicamente il luogo della 24h di basket organizzata dal Peppino Cocuzza, squadra locale di basket, quindi verrà utilizzata anche per organizzarci tornei, partite. San Filippo ha una lunga tradizione legata al basket».

La street art non si ferma

Finita un’opera se ne comincia un’altra. Attualmente Spos.Art – insieme al messinese NessuNettuno – è impegnato nella riqualificazione di un intero sottopasso di Barcellona. «A Barcellona – aggiunge Spos.Art – stiamo realizzando un intero sottopasso, quindi pareti laterali e tetto, grazie ad un progetto dell’associazione localeCivicamente”.

Stiamo affrontando in particolare il tema dell’importanza dell’acqua in quanto elemento fondamentale per lo sviluppo storico e sociale di Barcellona, e quindi anche di natura e vita in ogni sua forma. Tra l’altro ci raccontavano che nel punto in cui lo stiamo realizzando una volta ci passava un corso d’acqua.

Con l’Associazione a maggio scorso abbiamo realizzato un altro murales in piazza Libertà dal titolo “Gammazita dei Goti”. Tutto fa parte di un progetto più ampio di riqualificazione urbana che l’Associazione sta portando avanti e che spera di far evolvere in qualcosa di ancora più grande creando una rete che possa portare benefici alla città ma anche alle attività commerciali».

(97)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.