Il Palacultura omaggia con una mostra il fotoreporter Pintaldi

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Palacultura messina3L’Associazione ComunicArte, dal 13 al 30 ottobre, nella sala della biblioteca del Palacultura, esporrà una mostra fotografica dal titolo “Messina, dalla distruzione alla rinascita”. In tutto 80 scatti attraverso i quali il Maestro Aldo Pintaldi, fotografo messinese di fama mondiale, ci restituisce la immagini della città peloritana tra il 1943 e il 1959. La mostra descriverà con le immagini uomini, luoghi e avvenimenti che in alcuni occasioni hanno raggiunto una rilevanza nazionale e internazionale. Il Maestro Aldo Pintaldi ha saputo con la sua bravura, il suo senso estetico e della notizia, imprimere nella pellicola momenti singolari come i bombardamenti e la distruzione della guerra e la successiva ripresa di attività culturali, imprenditoriali e sociali. Tra l’altro ha fotografato l’ex Rassegna Cinematografica internazionale dell’Irrera a Mare o le attività produttive delle più importanti ditte che hanno caratterizzato lo sviluppo della città come la Sanderson o le imprese “Ger” dei fratelli Gervasi. Fotoreporter, sempre attento a cogliere l’attimo e a scegliere il soggetto, oggi Pintaldi è un fotografo conosciuto a livello mondiale e addirittura, le sue foto sono quotate nelle più importanti case d’Aste internazionali come Bloomsbury di Roma e Londra. Con la mostra si vuole rendere omaggio ad una carriera di oltre sessant’anni e si organizzerà per l’occasione anche un vernissage durante il quale lo storico Franz Riccobono spiegherà il valore di questi scatti e il significato storico e culturale degli avvenimenti impressi nelle foto. L’evento, patrocinato dalla Soprintendenza ai Beni culturali e dal Comune di Messina, sarà inaugurato al Palacultura di Messina, domani alle 10.30, con una conferenza stampa.

(70)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.