remo bodei

Il filosofo Remo Bodei a Messina. Nell’Aula della Corte d’Appello parlerà di “Generazioni”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

remo bodeiSarà  Remo Bodei a inaugurare gli appuntamenti del 2015 organizzati dalla Scuola Forense, l’Ordine degli Avvocati di Messina e la Libreria Bonanzinga, con una “lectio magistralis” che si terrà giovedì 22 gennaio, alle 16.30, nell’Aula della Corte d’Appello di Messina. Il tema trattato trae spunto da Generazioni, l’ultimo libro del noto filosofo, pubblicato dall’editore Laterza. Saranno  il Presidente dell’Ordine Francesco Celona e l’avvocato Paolo Vermiglio responsabile della Scuola Forense a introdurre l’autore.

Nell’ultima decade le sue indagini si sono estese al mondo greco e romano, ad Agostino e alla storia del concetto di individualità e di passione. Più recentemente ha orientato la sua ricerca sul tema del desiderio, cioè sulla funzione delle passioni volte al conseguimento di migliori condizioni di vita.

Nato a Cagliari il 3 agosto 1938, dopo la laurea all’Università di Pisa e il diploma di perfezionamento, ottiene borse di studio per le Università di Tubinga e di Friburgo, dove segue le lezioni di Ernst Bloch e Eugen Fink, e per l’università di Heidelberg, dove segue le lezioni di Karl Löwith e di Dieter Henrich. Dal 1969 insegna Storia della filosofia alla Scuola Normale Superiore e, dal 1971, all’Università di Pisa. Dopo aver ottenuto una borsa Humboldt alla Ruhr-Universität di Bochum (1977-1979), diviene Visiting Professor al King’s College di Cambridge (1980), e successivamente alla Ottawa University (1983). Insegna, a più riprese, alla New York University e, recentemente, all’università di California a Los Angeles (dal 1992). Attualmente ricopre la cattedra di Storia della filosofia all’Università di Pisa e ha insegnato anche alla Scuola Normale Superiore della stessa città.   

(98)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.