Giochi e cultura al Museo di Naxos: due eventi da non perdere per grandi e piccini

“Nell’Infinito mare” apertura torre spagnola parco archeologico Giardini NaxosIn occasione della #domenicalmuseo 2020 ripartono le visite didattiche per grandi e bambini al Museo di Naxos. Domenica 5 gennaio, il Parco archeologico in provincia di Messina ha in programma due eventi speciali per tutta la famiglia dedicati al divertimento, al gioco e, naturalmente, alla cultura e alle tradizioni della Sicilia.

Mentre i siti del Parco archeologico di Giardini Naxos, comprendenti il Museo e il Teatro antico di Taormina, saranno aperti gratuitamente, così come altre aree della provincia di Messina, il Museo ha deciso di organizzare anche un evento a parte per i più piccoli, dedicato alle “Archeofeste”, proprio domenica 5 gennaio che prevederà una quota di partecipazione di 3 euro. Nella stessa giornata, per gli adulti, è prevista, invece, la “passeggiata archeofilosofica”.

Gli eventi di domenica al Museo di Naxos

  • Il primo evento, quello dedicato ai bambini, inizierò alle 10.30 al Museo di Naxos e sarà incentrato sulle “Archeofeste”. I bimbi che parteciperanno potranno cimentarsi nei giochi che facevano i loro coetanei tanto tempo fa e, al contempo, avranno l’occasione di imparare, accompagnati da guide d’eccezione, qualcosa di più sulle feste del mondo antico.
    Per partecipare è necessario prenotare chiamando questo numero 335.730.43.78. Il costo è di 3 euro a partecipante;
  • Il secondo evento è dedicato invece agli adulti e prevede una passeggiata archeofilosofica. Si tratta di un progetto itinerante del calendario di Comunicare l’Antico, la rassegna mensile curata da Fulvia Toscano e NaxosLegge. L’area archeologica di Naxos, prima colonia greca in Sicilia, vede filosofi e docenti di filosofia affrontare temi universali e interrogativi sul senso dell’esistenza che da sempre accompagnano l’Uomo, in qualunque civiltà e a qualunque latitudine del pianeta.
    L’appuntamento è alle 11.00 di domenica per una giornata dedicata al filosofo Remo Bodei del quale il prof. Roberto Fai, del Collegio Siciliano di Filosofia di Siracusa, traccerà un profilo e illustrerà il pensiero.

Le iniziative rientrano nel calendario di laboratori didattici curati da Civita Sicilia con il supporto di giovani e appassionati archeologici.

(93)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *