Felice Canonico: cento anni fa nasceva uno dei più importanti artisti messinesi

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Oggi, lunedì 10 gennaio 2022, si celebrano i cento anni dalla nascita di Felice Canonico, artista messinese tra i più apprezzati. A ricordare Felice Canonico, in un lungo post sui social, è il nipote Salvatore D’Arrigo, custode affettuoso di ricordi e opere preziose.

«Cento anni fa – scrive Salvatore – mia nonna aveva un bel pancione, l’indomani avrebbe partorito per la prima volta e non sapeva se la creatura sarebbe stata maschio o femmina, in buona salute o no, anche se quel piccolo essere sicuramente aveva molta energia da come scalciava nel suo ventre. Mamma Stefana sarebbe rimasta incinta altre nove volte, cinque delle quali andate a buon fine e tutte femmine: intanto il giorno dopo, il 10 gennaio 1922 nasceva l’unico maschio, Felice Canonico, per i primi anni chiamato da tutti Feliciuzzo».

Felice Canonico, “Zio felice”

Nella sua lunga carriera artistica (nel 1955 si trasferisce a Milano), percorre tutte le forme d’arte: dalla pittura, alla cartellonista pubblicitaria, dai fumetti alla progettazione architettonica.

«Più di una volta, –  prosegue il post del nipote Salvatore D’Arrigo – Feliciuzzo si era fermato davanti al negozio del cartolaio e schiacciando il naso sulla vetrina espositiva rimaneva incantato guardando le scatole di tubetti colorati. Ancora non sapeva che sarebbero stati quelli i ferri del suo mestiere. Così a partire dai 12 anni, mentre portava avanti i suoi studi scolastici, nel pomeriggio faceva l’apprendista nel laboratorio di un mastro puparo aiutandolo a disegnare le scenografie su grandi cartoni che avrebbero fatto da sfondo alle scaramucce fra Orlando e Rinaldo.

Felice era profondo conoscitore dell’arte popolare siciliana e quando, nei primi anni ’50, già noto in città come grafico pubblicitario e pittore, venne ingaggiato dall’Ente Fiera di Messina come consulente per l’allestimento di una mostra internazionale sull’artigianato, fra le varie soluzioni decorative progettò una particolare installazione a parete per la quale commissionò ad un mastro carraio catanese quattro grandi ruote di carretto siciliano, finemente intarsiate e decorate.

Ogni ruota aveva dodici raggi su ognuno dei quali al centro sporgeva il busto in risalto di un paladino con tanto di elmo piumato. Il compenso pattuito comprendeva anche una delle quattro ruote che diventò una presenza fissa nel suo studio di pittore a Messina; poi nel 1958 la ruota seguì Felice nel suo nuovo studio di Milano dove rimase fino al 1986, anno nel quale mi venne regalata quando mi sposai. Ancora oggi occupa un posto d’onore nel mio salone, accanto ad un braille».

Inediti Grafici

A luglio del 2016, insieme alla mostra dedicata all’artista, è uscito anche “Felice Canonico. Inediti Grafici“, catalogo curato da Mosè Previti, Fabio Todesco e Michela De Domenico. «Questo catalogo – scriveva il curatore Mosè Previti – è la prima pubblicazione su un gruppo inedito di lavori di Felice Canonico, uno dei più più prolifici e valenti artisti siciliani del secolo scorso.

Si tratta di un fondo di 370 progetti architettonici e di 115 strisce a fumetti. Questo fondo grafico fa parte della collezione privata di Salvatore D’Arrigo, nipote dell’artista e competente custode della sua eredità. Viste le peculiarità di questo materiale ho coinvolto nella realizzazione della mostra due professionisti come Fabio Todesco, Ricercatore di Restauro Architettonico per l’Università di Messina, e Michela De Domenico, architetto e insegnante esperta di Fumetto.

Grazie al progetto delle Scalinate dell’Arte, questo team ha lavorato negli ultimi sei mesi allo studio e alla selezione di un gruppo di opere capaci di rappresentare la singolarità di questi lavori a cui, ne sono certo, verranno dedicate delle specifiche monografie nel prossimo futuro. La figura di Felice Canonico è stata più volte affrontata dalla storiografia artistica italiana e siciliana, ed è sicuro che si parlerà e si scriverà ancora a lungo di lui».

(Foto dal catalogo “Felice Canonico. Inediti Grafici”)

(125)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.