Torna la rassegna “Arte e Scienza” al Museo Regionale di Messina: ecco come assistere al restauro di un’opera

museo regionale interdisciplinare messinaTorna per la V edizione la rassegna “Arte e Scienza” al Museo Regionale di Messina. Durante l’appuntamento fissato per domenica 2 dicembre si procederà al restauro delle opere con lo scopo di  ampliare la conoscenza sull’utilizzo di metodi scientifici per la diagnostica, conservazione e la valorizzazione di opere d’arte.

Protagonista sarà una squadra di ricercatori pronti ad illustrare le varie tecniche direttamente nelle postazioni allestite nelle sale dedicate alle opere di Antonello da Messina.

L’attenzione quest’anno è infatti rivolta alle complesse problematiche che interessano i dipinti su tavola  delle collezioni del MuMe. Particolare attenzione verrà riservata ai capolavori di Antonello e al pannello con il San Giovanni Evangelista proveniente dal danneggiato e smembrato polittico del Monastero di Santa Maria di Basicò, oggi riferito a Giovannello da Italia, uno dei più significativi seguaci del Maestro.

L’evento di alto profilo scientifico è stato organizzato dal MuMe e dall’Istituto per i Processi Chimico Fisici di Messina e promosso dall’Associazione Italiana di Archeometria presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e farmaceutiche della Seconda Università di Napoli. Oltre a Messina, questa manifestazione coinvolgerà anche altre dodici realtà museali in tutta Italia.

Per assistere, gratuitamente, basta recarsi al Museo Regionale di Messina nell’orario di apertura al pubblico dalle 9.00 alle 12.30.

(190)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *