foto di una ragazza che guarda i libri in una libreria di messina

Anche Messina sigla il Patto per la Lettura: online l’avviso per pubblico e privati

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Librerie, biblioteche, case editrici, scuole, associazioni culturali al rapporto: il Comune di Messina ha lanciato l’avviso di manifestazione di interesse per aderire al Patto per la Lettura. Di cosa si tratta? Di un’iniziativa che nasce con l’obiettivo di fare rete con i soggetti attivi sul territorio che si occupano di libri, per promuovere eventi e attività mirate a stimolare e diffondere l’amore per la lettura, rendendola, tra le altre cose, un vero strumento di inclusione.

L’avviso di manifestazione di interesse è stato pubblicato sul sito di Palazzo Zanca, è indirizzato sia a soggetti pubblici che privati, e scadrà il prossimo 16 ottobre. Vediamo quali sono i punti cardine, chi può partecipare all’avviso e come.

I 10 punti del Patto per la Lettura

Il Patto per la Lettura prevede 10 punti:

  1. È uno degli strumenti per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa, riconoscendo il diritto di leggere come fondamentale per tutti i cittadini.
  2. Si fonda su un’alleanza tra tutti i soggetti che individuano nella lettura una risorsa strategica ed è aperto alla partecipazione di chi condivide l’idea che leggere sia un valore su cui investire.
  3. Punta ad avvicinare alla lettura chi non legge e a rafforzare le pratiche di lettura nei confronti di chi ha con i libri un rapporto sporadico, per allargare la base dei lettori abituali.
  4. Punta a stimolare il protagonismo dei lettori come propagatori del piacere di leggere.
  5. Punta ad aiutare chi è in difficoltà: leggere nelle carceri, negli ospedali, nei centri di accoglienza. nelle case di riposo è un’azione positiva che crea coesione sociale.
  6. Promuove la conoscenza dei luoghi della lettura e delle professioni del libro.
  7. È un moltiplicatore di occasioni di contatto con i libri nei diversi luoghi e momenti della vita quotidiana.
  8. Lavora utilizzando stili, tempi e modalità opportunamente progettati e opta per azioni continuative.
  9. Sperimenta nuovi approcci alla promozione della lettura e si propone di valutarne rigorosamente i risultati e gli effetti prodotti.
  10. Crede che la lettura sia una delle chiavi per diventare cittadini del mondo.

Patto per la lettura: chi può partecipare al bando a Messina

Possono presentare domanda di adesione al “Patto locale per la Lettura della Città di Messina i soggetti che rispondono ai seguenti requisiti:

  • i soggetti pubblici e privati aventi esperienza nel settore socio culturale anche attraverso la lettura, l’editoria, la cultura;
  • le scuole di ogni ordine e grado;
  • istituti, enti, associazioni, realtà sociali che svolgano o vogliano svolgere attività di promozione della lettura come strumento di benessere individuale e sociale così da raggiungere il maggior numero di cittadini – per la crescita culturale, sociale e civile della comunità.

Come fare domanda

È possibile partecipare alla manifestazione di Interesse entro la scadenza fissata al 16 ottobre 2022. Gli interessati devono necessario compilare la Richiesta di Adesione (Allegato B) allegando un documento di identità del Legale rappresentante e lo Statuto del partecipante all’avviso e inoltrare il tutto tramite posta elettronica alla PEC protocollo@pec.comune.messina.it oppure alla e-mail a cult.valorizzazione@comune.messina.it.

L’avviso completo è disponibile a questo link.

(132)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.