Violenza e disordini nel messinese: Daspo Willy per un 20enne e un 19enne

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Questore di Messina ha emesso due Daspo Willy nei confronti di un 20enne e un 19enne sotto accusa per i gravi disordini ed atti di violenza, avvenuti lo scorso 12 giugno a Capo d’Orlando, nel messinese. Ad incastrarli, le immagini dei sistemi di videosorveglianza pubblica e le dichiarazioni rese dalle vittime.

Procede l’azione di contrasto adottata dalla Polizia di Stato a episodi di violenza urbana verificatisi ultimamente a Capo d’Orlando. Ai tre D.A.C.Ur., emessi dal Questore nei confronti di un ventenne e di due minorenni la scorsa settimana, seguono, oggi, ulteriori due provvedimenti dello stesso tipo e del medesimo rigore nei confronti di un diciannovenne e di un altro ventenne.

Quanto emerso dal lavoro d’indagine del Commissariato di Capo d’Orlando ha evidenziato il ruolo dei due soggetti riconosciuti quali protagonisti di gravi disordini ed atti di violenza tenutisi lo scorso 12 giugno nel centro cittadino.

La visione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza pubblica, le dichiarazioni rese dalle vittime, nonché le informazioni di alcuni testimoni ne hanno confermato le responsabilità. All’analisi immediata dei fatti è seguita l’istruttoria eseguita dagli uomini della Divisione Anticrimine e accolta dal Questore che ha firmato i provvedimenti.

Il ventenne e il diciannovenne non potranno accedere a tre locali pubblici del centro palatino e non potranno stazionare nelle immediate vicinanze degli stessi nonché della villa comunale sita in quella Piazza Europa rispettivamente per anni due il primo, per mesi 15 il secondo.

FONTE: Questura di Messina

(318)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.