Violazione del decreto contro il coronavirus: 4 denunce nel messinese

I Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà quattro persone per violazione delle disposizioni del decreto di contrasto al coronavirus. I quattro si trovavano fuori dal proprio comune, senza comprovato motivo e sprovvisti della necessaria autocertificazione,

Nella giornata di ieri, nel corso dei controlli mirati a verificare il rispetto delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Patti hanno denunciato in stato di libertà 4 persone ritenute responsabili del reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità poiché, provenienti da altri centri, circolavano senza che sussistessero le condizioni previste.

A Patti i Carabinieri hanno controllato una jeep che circolava trainando un cavallo legato ad una corda. I militari dell’Arma hanno accertato che i due occupanti, provenienti dal comune di Barcellona Pozzo di Gotto, erano privi della prevista autocertificazione e si stavano spostando al di fuori dei casi previsti poiché il loro spostamento non era giustificato da esigenze lavorative, sanitarie o di stretta necessità.

Inoltre è emerso che l’equino che avevano acquistato poco prima da un allevatore della zona era privo di qualsiasi documentazione sanitaria e veterinaria e, pertanto, è stato temporaneamente affidato al venditore che è stato a sua volta segnalato al competente servizio veterinario dell’ASP per le violazioni alle norme sanitarie e di polizia veterinaria.

Nei pressi del casello autostradale di Brolo, i Carabinieri hanno fermato una coppia di giovani, provenienti dalla provincia Catania, i quali non avevano la prescritta autocertificazione ed hanno giustificato il loro spostamento adducendo la necessità di reperire un negozio ove fare riparare lo smartphone.

FONTE: Legione Carabinieri Sicilia – Comando Provinciale di Messina

(9563)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *