Un gatto “boicotta” il comizio di Fini a Messina: manda in tilt l’impianto elettrico del Palacultura, sede della convention

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Palacultura messina3Un gatto, un semplice felino, ha rischiato di mandare all’aria il comizio del presidente della Camera, Gianfranco Fini. Il programma elettorale dava Fini, stasera alle 18, al Palacultura ma ci si è messo di mezzo un imprevisto a quattro zampe: un gatto, probabilmente un randagio, probabilmente durante una scorribanda notturna, si è rifugiato all’interno della cabina elettrica dell’edificio a sei piani di Viale Boccetta. La povera bestia avrà urtato qualche cavo sino a rimanere folgorata. Il corto circuito ha lasciato al buio l’intero Palacultura. Inutile il tentativo di attivare il gruppo elettrogeno esterno. Per ripristinare l’impianto elettrico
è stato necessario ordinare un costoso pezzo di ricambio a Milano, al fine di consentire,in giornata,lo svolgimento del Comizio di Fini.
A questo punto, opportuna, una domanda: ” Chi lo paga il costoso impianto ordinato a Milano? In pratica, senza l’impellenza della convention finiana, i tempi potevano essere allungati e anche su territorio siciliano si poteva reperire la soluzione al black out.

(43)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.