Simboli satanici nella chiesa di Gioiosa Marea. Rilevamenti dei Carabinieri

Pubblicato il alle

1' min di lettura

gioiosa mareaSarà stato uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno ha veramente abusato di un luogo religioso per compiere dei riti satanici? I Carabinieri stanno indagando su quanto accaduto nel salone parrocchiale della Chiesa del Buon Pastore a Gioiosa Marea, dove il parroco insieme ad alcuni parrocchiani ha trovato un’inaspettata “sorpresa”. Questa la scena che gli si è presentata: un crocifisso capovolto e imbrattato, un chiodo poggiato sul collo dell’immagine di Gesù, una figura della Madonna data alle fiamme, bastoni disposti a croce, tre bicchieri contenenti rimasugli di candele, la foto di alcuni religiosi infilzata da un taglierino e dei chiodi.  Chi si è introdotto furtivamente nella stanza ha anche inciso una svastica  e il numero 666 su un tavolino. L’ipotesi è che a partecipare al presunto rito siano state più persone, poiché sono state ritrovate diverse sedie disposte di fronte al crocifisso capovolto. Allertati i Carabinieri sono intervenuti sul luogo. Il parroco e i fedeli, dopo un primo momento in cui avevano pensato che dei vandali potessero essersi introdotti nell’edificio, hanno dovuto cedere all’evidenza dei simboli ritrovati. Saranno le indagini in corso a fare luce sull’accaduto.

(80)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.