Sequestrato, legato a un palo e pestato ferocemente. Minacce di morte sul fratellino

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Santa Lucia del Mela, un paesino tranquillo dove accadone cose orribili. Come il fatto di una violenza inaudita, che alla base ha il semplice furto di una moto da cross, che vede vittime due fratelli rumeni, di 24 e 11 anni. I due sono stati sequestrati per ore, il maggiore picchiato selvaggiamente. Autori della feroce azione: Salvatore Bella, 37 anni, Quarto Francesco Bella, 54 anni, entrambi con precedenti penali, e Salvatore Junior Bella, messinese di 18 anni.

I tre sequestratori hanno agito convinti che il 24enne rumeno fosse coinvolto nel furto di una moto da cross e volevano costringerlo a rivelare il luogo in cui l’oggetto del furto era stato nascosto.
Dopo avere attirato con una scusa i due rumeni,ieri sera, li hanno costretti a salire a bordo della loro auto. Mentre il più piccolo è stato segregato in un casolare si S.Lucia del Mela, il maggiore è stato condotto in un una lugo isolato di San Filippo del Mela, dove,legato a un palo, è stato pestato a sangue per costringerlo a parlare. Poi, scaraventato nel bagagliaio della vettura, il 24enne è stato portato nell’alveo del Torrente Mela e lì ancora selvaggiamente aggredito.

La vittima, fingendo di voler collaborare, ha ottenuto qualche minuto di tregua dai suoi aggressori. Il tempo necessario per lanciare l’allarme alla polizia. Gli uomini del commissariato di Barcellona, prontamente intervenuti, hanno salvato i due fratelli e arrestato il trio. Le accuse a loro carico sono: sequestro di persona a scopo di estorsione, lesioni personali e minacce gravi.

Il giovane rumeno, trasportato in ospedale, ha riportato ferite e contusioni in tutto il corpo. Illeso il fratellino.

(1273)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.