discarica abusiva rifiuti messina

Scoperta discarica abusiva di rifiuti a Messina: sotto sequestro un’area di 14mila mq

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Amianto, plastica, fresato d’asfalto, pneumatici e latte di pittura depositati un un’area di circa 3000mq creando una vera e propria discarica a cielo aperto: è questo quanto scoperto dalla Polizia Municipale di Messina lo scorso sabato. Poco distante, una ditta, già sottoposta a sequestro a novembre 2021, aveva messo su un’attività di gestione illecita di raccolta di metalli. Il report della Municipale.

Si chiude il cerchio di quella che la Polizia Municipale di Messina ha soprannominato “Operazione Core e mamma” portata avanti dal Reparto Ambientale di Messina guidato del Comandante Vicario Giovanni Giardina e dall’Ispettore Giacomo Visalli. Insospettiti dal via vai di autocarri carichi di materiali ferrosi, gli agenti hanno deciso di approfondire quanto stesse succedendo. «L’ispezione – specificano dall’ufficio del Commissario Giardina – ha permesso di accertare, in un primo momento, una gestione illecita di raccolta metalli che il gestore di una ditta, sottoposta a sequestro giudiziario lo scorso novembre dalla Polizia Ferroviaria, aveva trasferito nella nuova località sottraendo di fatto anche i mezzi e gli utensili al sequestro» .

Qui, la Polizia Municipale ha trovato cassoni scarrabili, un mezzo del tipo “ragno”, che serviva appunto a spostarli, e .il bilico/bilancia per la pesa di grandi e pesanti elementi. I “clienti” di questa attività illecita venivano registrati in un’agenda con soprannomi singolari, come per esempio “core e mamma”, “cioccolatta” oppure “malato”. Nell’area, i trasportatori abusivi di rifiuti portavano materiali di ogni tipo, compresi rifiuti elettronici (RAEE), bombole del gas, batterie d’auto, infissi e parti di automobili. I grandi elettrodomestici venivano smontati sul posto da due operai per estrarre i metalli preziosi quali rame e ottone senza alcuna precauzione per i gas sprigionati dai compressori dei frigoriferi. Sul posto, al momento dell’accesso, due soggetti intenti a conferire metalli, sono stati deferiti all’A.G. ed i veicoli sottoposti a sequestro.

discarica abusiva rifiuti messina

Poco distante da quest’area ve n’era una seconda, come anticipato, di circa 3000mq in cui era stata creata una vera e propria discarica a cielo aperto. Qui venivano, previo sbancamento di un intero versante di una collina, conferiti rifiuti di ogni tipologia e successivamente ricoperti di terra. Questo tipo di reato è punito dall’art. 452 C.P. “disastro ambientale”. Tra i rifiuti affioranti dalla terra amianto, plastica, fresato d’asfalto, pneumatici e latte di pittura.

Deferiti all’Autorità Giudiziaria i responsabili dell’attività. e sottoposta a sequestro l’intera area di circa 14.000 mq, sono stati sottoposti a sequestro giudiziario tutti i mezzi d’opera presenti nell’area circa una decina, nonché gli autocarri nella disponibilità della ditta ivi operante.

discarica abusiva rifiuti messina
discarica abusiva rifiuti messina
+1

(456)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.