Rubò in casa del parroco durante la processione: incastrato da una cicca di sigaretta

carabinieri-molto-bellaIl fumo fa male, in tutti i sensi. Lo può dire con pieno diritto l’autore di un furto identificato per la cicca di sigaretta che lasciò sulla “scena del crimine”, quasi due anni fa.
A Monforte San Giorgio, i carabinieri hanno arrestato Achille Cannistra’, 47 anni, ritenuto autore di un furto nell’abitazione del parroco. Cannistra’ e’ stato individuato dai carabinieri grazie alla cicca di una sigaretta ritrovata nel domicilio del sacerdote, svaligiato il 6 agosto del 2012 durante la festa del patrono.
Cannistrà, approfittando della processione in onore del Santo Patrono, San Giorgio, dopo avere forzato la porta d’ingresso, si era introdotto nell’abitazione del parroco e aveva asportato 1000 euro in contanti, 4 orologi di valore e una collana d’oro per un danno complessivo di oltre 5mila euro.
Le indagini dei Carabinieri della Stazione di Monforte avevano già consentito di individuare diversi indizi a carico di Cannistrà. Decisivo però è stato il ritrovamento sul posto di una cicca di sigaretta di una particolare marca, proprio quella utilizzata normalmente dall’arrestato, che era già noto alle forze dell’ordine. Dalla cicca repertata e dalle relative tracce di saliva, è stato possibile estrapolare un profilo di DNA perfettamente corrispondente a quello di Cannistrà.
Per l’uomo il gip ha disposto gli arresti domiciliari.

(56)

Categorie

Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *